Guglielmo Pepe querela Roberto Burioni. La lettera di scuse del virologo.

Nel mese di luglio 2017, sul social network Twitter, nel contesto di una discussione cui partecipava anche il giornalista Guglielmo Pepe, Roberto Burioni ha scritto la frase “un giornalista che racconta balle senza basi scientifiche danneggia la società e tradisce la sua professione, ha morti sulla coscienza”

Guglielmo Pepe ha querelato Burioni. La querela stava per “morire” con una richiesta di archiviazione da parte del Pubblico Ministero, ma la settimana scorsa è giunta una lettera di scuse da parte di Burioni, a seguito della quale Pepe ha rimesso la querela.

Sono stato aggressivo, ma nell’ambito del clima di accesa discussione su temi estremamente rilevanti dal punto di vista sociale, scrive Burioni.

Fin qui i fatti e parte del documento di scuse (peraltro ampiamente disponibile in rete) che rende senz’altro onore al prof. Burioni, anche se fa rimanere dei dubbi sulle dinamiche del procedimento. Il Pubblico Ministero a cui era stata proposta la denuncia-querela di Guglielmo Pepe aveva proposto l’archiviazione della stessa. Archiviazione a cui lo stesso Pepe si era opposto, dando così il via alla procedura processuale. Visto che il processo aveva ottime possibilità di concludersi con una archiviazione, e, quindi, per Burioni, con un nulla di fatto, non si capisce perché il virologo si sia affrettato a scrivere una lettera di scuse per un fatto che, con ogni probabilità non sussisteva (la frase suppostamente diffamatoria era stata rivolta a una generalità indefinita di persone, non a Guglielmo Pepe). Probabilmente gli avvocati si saranno trovati d’accordo su questa strategia difensiva per Burioni e di tutela per Pepe, fatto sta che il dubbio rimane, e ci si chiede se questa lettera di scuse non sia anche una ammissione implicita di una responsabilità, non foss’altro che quella di aver agito frettolosamente e avere avuto il dovere di essere più chiaro. Insomma, il dubbio che resta è che la parte soccombente sia proprio Burioni e che Pepe ne esca con un risultato insperato. E sì, Burioni bisogna che in futuro se ne stia più attentino ad attribuire morti sulla coscienza a chicchessia.

125 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.