Gli inglesi hanno i piedi sporchi

Reading Time: < 1 minute

Londra è una città sporcarella anziché no, ma questo non impedisce a nessuno di guardare la gente che, nella metropolitana, al mattino, si sciroppa anche un’ora e mezzo di "Tube" per andare a lavorare.

Un concentrato di migliaia e migliaia di persone che si spostano e non trovi mai un posto a sedere nemmeno a pagarlo, e i vagoni che si impregnano del proverbiale odore di uova fritte e bacon che, preventivamente, ha inzuppato i vestiti e ogni altro accessorio personale.

Londra è piena di moquette. Dappertutto.

Moquette polverosa, naturalmente, portatrice di acari grossi come elefanti, che nelle case private, negli alberghi e in ogni altro luogo di ritrovo, vengono graziate con un sonnacchioso colpo di aspirapolvere.

E come trovano un po’ di moquette gli inglesi si tolgono le scarpe e ci appoggiano i piedi sopra.

Una irresistibile tentazione che fa denudare e sporcare le estremità.

E quando non ci sono le moquette si mette un maglione per terra (o sul marciapiede) e via di plantare a callo vivo.

Fa un po’ schifo, lo so ma conosco un italiano che ha le stesse ciabatte almeno da 10 anni (sì, è Egli!!) e sul suo Linux ha l’interfaccia grafica Gnome (che questa l’hanno capita giusto quelli che usano Gnome).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.