Franco Battiato – Inneres Auge – (e sommerso soprattutto da immondizie musicali…)

Finalmente anche la cultura, l’arte, la musica, si indigna per le avventure di Berlusconi con le escort.

Questo senso di totale e completo distaccato schifo non poteva venire solo dall’intelligenza dei giornalisti, saggisti, scrittori e intervistati, no, ci voleva qualcuno che portasse questo sentimento anche tra chi ascolta la musica leggera, vero veicolo di comunicazione tra i giovani.

Con questi versi:

"uno dice che male c’è a organizzare feste private
con delle belle ragazze
per allietare primari e servitori dello stato?

non ci siamo capiti
e perché mai dovremmo pagare
anche gli extra a dei rincoglioniti?"

Franco Battiato ha voluto denunciare, in un pezzo che si intitola "Inneres Auge" (ve lo traduco io, vuol dire "Occhio interiore") il fatto che Berlusconi va a puttane e che lui ne è spiritualmente indignato, oh!

Logica vuole che ne traesse un brano musicale dal titolo in tedesco, così gl’intontiti che lo ascoltano lo ammirano per l’enorme erudizione filosofica dimostrata (un nome e un aggettivo, capirai!) con una musica assolutamente inascoltabile (perché l’inascoltabile fa cultura, si sa), e con altri versi discutibili:

"la linea orizzontale
ci spinge verso la materia,
quella verticale verso lo spirito"

Sembra di fare le parole crociate della ricerca interiore.

Battiato, ormai ombra di se stesso, è lontano dai tempi in cui cantava "la musica contemporanea mi butta giù" e che "L’impero della musica è giunto fino a noi carico di menzogne".

E sommerso soprattutto da immondizie musicali.

65 Views

Commenti

commenti

Un pensiero riguardo “Franco Battiato – Inneres Auge – (e sommerso soprattutto da immondizie musicali…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.