Finalmente risolti i problemi sanitari della scuola italiana

Reading Time: 2 minutes

 800 total views,  1 views today

Possiamo tirare un sospiro di sollievo.

Finalmente è stata trovata la quadratura del cerchio, l’uovo di Colombo, la panacea di tutti i mali, l’araba fenice, il Sacro Graal, il rimedium rimediorum, l’arcipozione, il medicamento de’ medicamenti, la bevanda salutare che guarirà i principali mali della scuola italiana.

Avete problemi di distanziamento? Le vostre-classi pollaio non rispettano gli standard? Il vostro istituto non è in grado di assicurare la sicurezza degli alunni durante il trasporto? Impianti di ricircolo e sanificazione non a norma o del tutto assenti? Lavoratori fragili che non si possono vaccinare?

Tutto risolto. Come? Basta dotare gli alunni di mascherine tipo Ffp2 GRATIS e il rischio contagio è sventato.

Gli insegnanti, naturalmente, potranno continuare a usare in tutta tranquillità le loro mascherine chirurgiche, o, in alternativa, i pannolini elasticizzati in dotazione alle segreterie scolastiche. Se vogliono le Ffp2 possono continuare a pagarsele per conto proprio, come i tamponi rapidi ogni 48 ore.

Vivissimi applausi e ovazioni da parte della pubblica amministrazione e dagli enti locali, soprattutto quelli con una tradizione libertaria e di sinistra storicamente radicata:

“La Regione Toscana fa sapere di aver interloquito con il commissario straordinario per l’emergenza generale Figliuolo, il quale sta valutando la possibilità di fornire mascherine Ffp2 alle studentesse e agli studenti che utilizzano i mezzi pubblici per andare a scuola“ – “Qualora l’intervento fosse autorizzato secondo le indicazioni del Comitato tecnico scientifico, riguarderà tutto il territorio regionale“

Finalmente la scuola italiana è definitivamente salva.