Finalmente avremo di nuovo la messa in latino!

Papa Benedetto 16 l’ha annunciato oggi. Pubblicherà a breve un motu proprio, cioè, in sostanza, un documento scritto perché gli pareva a lui, in cui sarà reinserita la messa in latino nel diritto canonico, così chi non ci capiva nulla nella propria avrà la possibilità di continuare nello stolido atteggiamento di sempre, dovendosi districare tra ablativi assoluti, verbi deponenti, semideponenti e quant’altro.

Ci saranno anche messe su richiesta, come le dediche alla radio. Basterà infatti che 30 fedeli contattino il parroco di turno e il rito sarà officiato in latino (c’è solo da chiedersi cosa succederà se lo zoccolo duro della parrocchietta di periferia si impuntasse a scegliere il latino anche per messe per matrimoni, cresime, comunioni, funerali e ricorrenze di qualsivoglia fatta).

Sic stantibus rebus, non sembra proprio che se ne debba fare un casus belli. Alea iacta est, eja ergo, tutti a recitare il Te Deum, con uno sguardo compassionevole rivolto alla cara anima dello scismatico Lefèvre.

70 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.