Era il tempo delle mele

Una volta le mele erano le mele.

Le spaccavi in due o le prendevi a morsi, rosse e sugose, oppure verdi e asprigne, quelle gialle non ho mai capito come definirle.

La mela è quella di Biancaneve, di Eva, simbolo del peccato, e, quindi, buona per definizione. Del resto chi Vespa mangia le mele.

Ora, se togliete lo zucchero a una mela, dove va a finire il gusto della trasgressione?

Eppure le vendono nella boutique della frutta e della verdura vicina a casa mia. E costano anche 1,80 euro al chilo. E secondo me fanno anche parecchio schifo.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.