Emmanuelle è povera e sta male

Emmanuelle per chi ha la mia età e anche qualche anno in più, era l’abbandono dei sogni di bimbo e il ritrovarsi in una realtà oggettiva, concreta, fattuale. E che realtà!

Emmanuelle era vietato ai minori di 18 anni. Vietatissimo, guai ad entrare al cinema, chè ti chiedevano la carta d’identità. Le leggende metropolitane narravano di 16enni che si erano fatti crescere il pelo matto (chè chiamarla barba sarebbe stato veramente troppo) per apparire 18enni rifiniti agli occhi della maschera (esisteva, allora…)
Di Emmanuelle sono stati realizzati innumerevoli sequel: Emmanuelle 2, Emmanuelle 3, Emmanuelle nera, e quant’altro lo spremiagrumi del business cinematografico possa concepire per far soldi.
Emmanuelle era ed è Sylvia Kristel.
Sembra che, a quanto dicono quelli di Repubblica, di tutto il clamoroso successo di Emmanuelle, Sylvia Kristel abbia percepito poco più di 3000 degli attuali euro.
Di più, è malata. Ha un cancro alla gola e ha passato una vita di sofferenze affettive e violenze private.
Sta morendo, come tutti i sogni che ci ha regalato.

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site