Diffamazione: il diritto di satira nei siti web – Sentenza del Tribunale di Pisa del 18/11/2010

La critica:
 «corrisponde al punto di vista di chi la manifesta e di conseguenza non può che essere fondata su un’interpretazione necessariamente soggettiva di fatti e comportamenti».
«(è)  iperbole, paradosso, ricerca del grottesco e del sensazionale è svincolata da forme convenzionali non può essere ingabbiata in rigidi schemi precostituiti».
 (…)
«non può essere considerato satirico un gratuito insulto sol perché espresso in una parafrasi o in una similitudine più o meno fantasiosa».

Si osserva che:
«la satira possa essere realizzata anche con una rielaborazione della home page di un sito, laddove (…) siano utilizzati toni ironici e sarcastici, che strangolano i contenuti concettuali dell’opera parodiata pur con la realizzazione dei suoi stessi elementi estrinseci e la conservazione della forma esteriore».

Scarica il testo della sentenza del Tribunale di Pisa (PDF)

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site