Dario Bonacina – Tim multata per pubblicità ingannevole

60.100 euro è l’importo della multa comminata a TIM per l’ingannevolezza del messaggio pubblicitario relativo alla promozione "-50 euro – Entra in TIM. Parole e messaggi a 1 centesimo fino a Natale e sconto sui telefonini fino a 50 euro". La delibera, come sempre in questi casi, è dell’Antitrust, che dimostra in queste ultime settimane un dinamismo notevole sul fronte del controllo delle pubblicità ingannevoli nel settore telefonico.

Come si legge nel bollettino pubblicato ieri dall’Authority, l’esposto, in questo caso, non è stato inoltrato da un operatore concorrente o da un’associazione di difesa dei consumatori: la richiesta di intervento è stata effettuata da un solo consumatore, attirato dalla presunta ingannevolezza del messaggio sopra citato, stampato su un cartellone pubblicitario affisso in una via di Milano.

L’ingannevolezza è stata rimarcata per quel "-50 euro", che per l’Authority poteva indurre i consumatori a ritenere che tale sconto fosse ottenibile da tutti e tre i telefoni raffigurati (modelli Nokia, Motorola e Nec), mentre in realtà era ottenibile solamente sul Samsung SGHZ107 (non raffigurato nel messaggio pubblicitario) e sul Motorola V3x (effettivamente il più costoso, mentre per gli altri cellulari lo sconto ottenibile era di 20 euro).

Inoltre, riferisce l’Authority, la richiesta di intervento sottolineava l’ingannevolezza anche dell’indicazione sottostante: "Parole e messaggi a 1 centesimo fino a Natale e sconto sui telefonini fino a 50 €", in quanto il messaggio non precisava che si trattava di una tariffa al minuto valida solo per le chiamate verso la rete TIM, né spiegava l’esistenza dello scatto alla risposta (pari a 15 centesimi) o del limite di 2mila minuti e messaggi complessivi. "Né a tal proposito – conclude l’introduzione della delibera – possono essere considerate adeguate le scritte, riportate in caratteri estremamente ridotti e di fatto illeggibili, nella parte bassa del tabellone".

L’Autorità, tra le informazioni chieste a TIM, ha rilevato che "gli aderenti alla promozione sono stati circa 550.000. Di questi, circa 430.000 hanno attivato la TIM Card, mentre i restanti 120.000 circa hanno sostenuto la spesa di 30 euro in quanto non hanno attivato una nuova TIM Card, ma hanno unicamente acquistato la carta servizi perché interessati alle agevolazioni tariffarie in essa contenute; il numero di telefonini complessivamente venduti con lo sconto promozionale sono 232.000, di cui 12.300 con lo sconto massimo di 50 euro (Motorola V3 e Samsung SGH-Z107 UMTS) e i restanti 219.700 con lo sconto di 20 euro.

A TIM l’Antitrust ha contestato l’ingannevolezza del messaggio, soprattutto non trovando veritiera l’osservazione dell’operatore secondo cui "il cartellone pubblicitario è stato strutturato in modo da garantire una corretta, veritiera ed esauriente informazione su tutti i termini di fruizione dell’offerta". Oltre a ciò, ha tenuto conto del fatto che l’operatore pubblicitario rappresentava "uno dei principali operatori del settore della telefonia mobile" e che un messaggio affissionale presente su scala nazionale ed in maniera capillare in molte città può rappresentare "uno strumento di elevata capacità di penetrazione presso i consumatori".

La valutazione della sanzione, circoscritta alla fattispecie esaminata, era stata determinata in 40.100 euro. Ma l’Antitrust, avendo considerato il carattere "recidivo" dell’operatore pubblicitario e di TIM (già multata per l’offerta 1xtutti), ha ritenuto di comminare a TIM una sanzione pari a 60.100 euro.

da: www.puntoinformatico.it

Creative Commons LicenseTutti i contenuti di Punto Informatico sono pubblicati secondo la licenza di utilizzo di Creative Commons, salvo diverse indicazioni.
L’editore non assume alcuna responsabilità nel caso di eventuali errori contenuti negli articoli o di errori in cui fosse incorso nella loro riproduzione sul sito. Tutte le pubblicazioni su Punto Informatico avvengono senza eventuali protezioni di brevetti d’invenzione; inoltre, i nomi coperti da eventuale marchio registrato vengono utilizzati senza tenerne conto.

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site