Cristiano Lucarelli va in Ucraina


(screenshot da www.repubblica.it)

Livorno, si sa, è sempre stata accusata di non aver capito fino in fondo i suoi figli più geniali.
Amedeo Modigliani, Giorgio Caproni, Piero Ciampi.
E poi quell’altro Ciampi, lì. Carlo Azeglio.
Livorno ingrata, mamma snaturata che abbandona i propri figli (rigorosamente bastardi!) al proprio destino, sia esso di gloria imperitura (Pietro Mascagni) o di più modesta ma dignitosa notorietà (Paolo Virzì).
E’ un luogo comune che si ritrova anche nelle canzoni di certo cantautorismo di maniera.
Ma è falso come Giuda.
Livorno i suoi figli li capisce tutti, e perfettamente. Solo che non li perdona. Non li perdona di averla lasciata per essere andati altrove.
Tutto lì. Hai voluto la bicicletta? O pedala!!
E allora Cristiano Lucarelli ha chiesto e ottenuto di andare a in Ucraina a bordo della Corazzata Potemkin, per giocare con una squadra che ha il nome di un codice fiscale. Buon per lui.
Ci vada, e faccia il favore di piu’ non accasciarci.

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site