Cose da blog 2: La paginetta delle donazioni

Ho predisposto una paginetta scràusa scràusa a beneficio di quanti mi chiedono (e parrà impossibile, ma ce ne sono, e lo chiedono) di inviarmi una donazione, soprattutto per le mie mediateche e per quanto qua e là riescono a raccattare sul blog.

Trattasi, come avrete immaginato, di una specie di specchietto per le allodole, giacché di donazioni, pur avendone ricevute in passato, non ne voglio più, se ce la faccio a mantenermi i vari syti & sytarelli con le mie forze bene, buon per me e per voi, se no che vada pure tutto in malora.

Nella pagina, semplicemente spiego il perché e il percome non voglio soldi dagli utenti.

Ora, nonostante si tratti di una pagina ridondante e fasulla, e nonostante sia evidenziata più che abbondantemente nel sitàme di cui mi occupo, la gente, prudentemente, non la visita, o la visita pochissimo.

Oh, poco male, intendiamoci, perché il risultato è sempre lo stesso e il prodotto non cambia, ma il punto è che si contano sulla punta delle dita di una mano monca quelli che hanno letto quelle poche righe. Perché "donare" fa sempre un po’ schifo, nevvero? Si è abituati ad avere tutto, gratis, non dire nemmeno grazie e possibilmente dimenticarsi di chiudere la porta quando si esce, così ci entrano gli spifferi.

Forse è per questo che non chiedo soldi agli utenti, perché se un domani dovessi togliere di mezzo tutto quel che ho e qualcuno dovesse incazzarsi per questo (qualcuno ci sarebbe sicuramente!) almeno potrò dire: "Oh, è roba mia, se non ti va bene lo paghi tu…"

Tirchi, siete tirchi…
7 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.