Conversazioni in casa Di Stefano: A proposito della pappa col pomodoro

RM: Questa pappa col pomodoro si potrebbe arricchire con dei crostini di pane, che ne dici?? [1]

RM: O magari dei dadini di prosciutto!! [2]

RM: O anche un uovo sbattuto… [3]

 

[1] il pane è già nella pappa col pomodoro!

[2] ……………..

[3] ……………………………………..

Commenti

commenti

2 pensieri riguardo “Conversazioni in casa Di Stefano: A proposito della pappa col pomodoro

  1. Raffaele

    È pur vero che il pane è già nella pappa col pomodoro, ma con ben diversa consistenza. La cucina degli ultimi 20/30 anni ha rivolto un’attenzione particolare alle consistenze. Pensa alla differenza che c’è tra il caffellatte fatto in casa e il cappuccino del bar. È la schiuma, visto che gli ingredienti sono gli stessi. Ossia, una differenza di consistenza. Oggi è pacificamente accettata l’idea che un piatto debba avere una componente cremosa, una liquida, una croccante, ecc. Questo per soddisfare a tutte le attese che il gusto (ma anche la vista, e non ultimo l’udito) hanno nei confronti di un piatto.

    Quindi: prosciutto, uovo, ecc.: parliamone, diamo a questi ingredienti un perché. Ma i crostini sì, questi mi sembrano più che necessari (basta che non siano quelli del supermercato, ecco).

  2. Single a trent'anni

    No, dai, i crostini nella pappa col pomodoro NO.

    Io quando la faccio ogni tanto ci aggiungo altre cose (tipo pancetta, o wurstel, o seppie) ma per renderla piatto completo… ma mettere i crostini nella pappa col pomodoro è un po’ come mettere un uovo alla bismarck sulla frittata, dai, ci incastra veramente poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.