Comunicato sanitario ospedaliero n. 3

Carissimi tutti,

eccomi  a darvi mie notizie in modo più dettagliato. In realtà sto biecamente sfruttando una connessione internet altrui, quindi posso permettermi di scrivere qualche parola e qualche riga in più.

Dal 10 dicembre sono ricoverato all’Ospedale di Teramo (reparto Ortopedia), terzo piano, letto 21. Non posso alzarmi, quidi passo le mie giornate in posizione supina. Nel frattempo ho subito due interventi chirurgici (sarebbero stati tre ma visto il caso mi hanno fatto lo sconto, due interventi in uno).

A giorni dovrei essere trasferito in un’altra clinica per iniziare il lungo processo di riabilitazione e fisioterapia che dovrebbe portarmi a riprendermi e ad essere di nuovo più o meno quello che ero prima. Almeno nelle intenzioni migliori.

Questo per tutti coloro che mi hanno contattato o che hanno a cuore le mie notizie. Sono tanti e sono riusciti tutti a farmi commuovere.

Se posso, vorrei ringraziare con voi il personale infermieristico, medico, la caposala e il primario del reparto in cui mi trovo. Hanno fatto il possibile e l’impossibile per farmi stare un po’ meglio.

Continuerò, naturalmente, a darvi informazioni sulla mia salute. Ma penso che sia giunto il momento di parlare ANCHE di altro. Non so esattamente di cosa o in quale forma. Magari in modo più stringato e senza immagini. Ma bisogna farlo, non voglio traformare il blog in una lamentazione generale. Si è vivi quando si è vivi e finché lo si é. E finché si è vivi si pensa, si agisce, si è “connessi”. Anche quando si è costretti a vivere in un letto di ospedale.

Salud. amor y dinero

99 Views

Commenti

commenti

5 pensieri riguardo “Comunicato sanitario ospedaliero n. 3

  1. Cristina Bilancieri

    Un abbraccio grande Valerio!!!! Aspetto con ansia di leggerti di nuovo.
    un bacio
    Cristina

  2. marilena

    Coraggio Valerio! Grazie a tutti coloro che ti stanno aiutando. Anche alla tua alunna. Penso che ti si voglia bene in tanti!!!!

  3. Single a trent'anni

    Un abbraccio (pianino, eh? non vorrei rompere nulla) anche da parte mia.

    Attendo ansiosamente un po’ del tuo buon sano ASTYO dispensato a piene mani.

    sa30a

  4. Marta Casabona

    ..Ciao Valerio..ho letto i comunicati,a distanza di qualche giorno,combattuta,per paura di disturbare,ho deciso di inviarti questa mail.. un’augurio di pronta guarigione.. Marta

  5. Luigi

    Forza, ricordati che devi sempre comportarti in modo indecoroso…come un tempo (accidenti, sono passati quasi vent’anni!)

    Luigi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.