Cento anni fa Pietro Vincenzo Peruggia rubava la “Gioconda”

"…il custode si lamenta,
probabilmente vuole un’altra bòtta in testa
ora…"

(Ivan Graziani, Monna Lisa)


Cento anni fa un signore che si chiamava Pietro Vincenzo Peruggia entrava nel Museo del Louvre, prelevava il dipinto della "Gioconda" di Leonardo da Vinci e se lo infilava sotto il cappotto, per uscire di lì a poco, senza che nessuno se ne accorgesse.

E senza che, successivamente, durante una perquisizione domiciliare, i gendarmi si accorgessero che nel tavolo su cui facevano firmare a Peruggia il verbale di esito negativo, c’era proprio il dipinto.

Peruggia fu condannato a sette mesi e quindici giorni per aver cercato di "piazzare" il dipinto presso un antiquario italiano.

Storie di malavita d’antan che meritano di essere ricordate, mentre i giornali non hanno altro da fare che informarci sul dimagrimento di Salvatore Parolisi.

9 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.