Open Web Analytics (OWA), il miglior software (gratuito) per la gestione delle statistiche di un sito

Reading Time: 6 minutes

Adesso mi diverto anch’io a fare un articolino-tutorial di quelli che si trovano a millanta sul web della serie “Come-fare-per-risolvere-un-problema” (informatico, s’intende).

Sì, questo è un tutorial su “Come installare un servizio di statistiche gratuito sul vostro sito web e andare in tasca ai servizi a pagamento”. In breve, faccio un gocciolino anch’io il guappetto informatico, per una volta che mi è riuscita una cosa.

Premessa: era da tempo che le statistiche di Aruba, associate ai miei due siti classicistranieri.com e a questo blog non mi soddisfacevan— non mi soddisfavan… non mi davano più soddisfazione. Numeri troppo alti. Praticamente c’era dentro di tutto, bot, spider, crawlers, tentativi di hackeraggio (ne ho a decine al minuto), clic di prova, download interrotti, punte di trapano da dieci, frizi, lazzi, trapezi e putipù, Di Stefano ora basta. Secondo Aruba, la pagina più visitata di clasicistranieri.com, non è la home page, come sarebbe normale e legittimo aspettarsi, ma quella dedicata a Papa Paolo VI. Poi vado a vedere da dove vengono questi accessi, e scopro che vengono quasi tutti dalla Cina. Cosa gliene frega ai cinesi di Paolo VI è ancora un mistero, ma avranno puntato qualche accrocchio automatico a quella pagina. E i tentativi dicollegare quella pagina sono tanti, ma proprio tanti. Per quanto riguarda i download, solo ieri un file PDF messo a disposizione di recente avrebeb calcolato più di 8000 clic. Megabyte di traffico utilizzati: zero. Troppa grazia, Sant’Antonio! Insomma, statistiche poco credibili. Non è per il prezzo (circa 15 euro l’anno IVA compresa), ma costa poco e vale anche poco.
Continua a leggere