Krakow – Il Grand Hotel “Miga-Bae!”

Siccome non mi ricordavo se vi ho mai detto prima d’ora che sono stato a Cracovia, voilà due istantanee dell’albergo in cui io e la mia Signora abbiamo soggiornato, facendo i guappetti e distribuendo lauta mancia a chi osseuiosamente chinava il capo al nostro passaggio, per poi andare a mangiare "pierogi russkij" al prezzo di sette infimi zloti alla trattoria del ghetto…


www.grand.pl

5 Views

Krakow – Il Frankfurter Breakfast all’una di pomeriggio

Dèccomi ancor nell’ultime ore passare a Cracovia, poco prima che mi rovinasse un pezzo di salsiccia già cosparsa di senape e adeguatamente imburrata in una buon fetta di pane nero sui pantaloni che uno cià da riprendere l’aereo, la stanza dell’hotel l’ha lasciata libera, i tovagliuolini son di color porpora e macchiano a loro volta e l’unico felice di tutto questo era il cane accanto a me che si è mangiato il pezzo di salsiccia.
4 Views

Krakow – Club “Carpe diem” con berlusconiana bandana color rosina

Codesta disïata icona mi ritrae mentre, la prima sera, subito dopo l’arrivo, inevitabilmente attaccò a piovere, e mia moglie, che ha più giudizio di me, ci vuol poco, onde non farmi bagnare la crapa pelata che ho sul retro e che, da buon vigliacco che sono evito accuratamente di farmi riprendere in qualsivoglia fotografia, mi ha messo una berlusconiana bandana di cui ho fatto sfoggio davanti all’insegna del Bar "da Pilade" (forse…).
3 Views

Hasta la Vistola…



Dunque, spregevolmente cari lettori e sdraiabilmente care lettrici, torno or ora da Cracovia e mi appresto a strizzarvi le gònadi con buona parte delle fotografie ivi scattate.

Questa prezïosa imago m’è cara e ve la dono come iconographya ufficiale (anzi, or ora la uso per sostituirla nel profilo dell’obbligatorio Facebook, così ci faccio una bella figura colle PHYAE©, sissì…).
5 Views

A Cracovia!


…e dunque parto di nuovo.

Domani vado in Polonia, a due giorni dall’elezione del neo-presidente, a vedere ‘sta Cracovia, che nella mente rieccheggia ricordi e rimembranze sinistramente wojtyliane, ma anche un Carlo Verdone nelle parti di un coatto borgataro che tenta di raggiungere la sua bella in terra polacca.

Il blog subirà, gioco forza, una battuta di arresto, ma continuerò a sfracassarvi l’anima attraverso Twitter. Penso che ci sia la possibilità anche di continuare ad aggiornare l’inutilmente indispensabile e purtuttavia sprezzabile Facebook, gli aggiornamenti di Twitter ve li metto in testa a questo blog così siete contenti e potrete seguire le mie peregrinazioni in giro per l’orbe terracqueo (terracqueo??) a fare il gagarone, per cui attaccatevi al tràmme e ci si rivede quando torno.

6 Views