E’ uscito “Debito Formativo” di Valerio Di Stefano

Reading Time: 2 minutes

Ci siamo!

“Debito formativo”, il mio libro umoristico sulla scuola è già realtà. Gioia e tripudio!

Volete comprarlo? Splendido! E’ già disponibile sullo store dell’editore. Costa solo 13 eurini, non fate i tirchi, così io divento ricco! Ecco il link:

https://www.youcanprint.it/debito-formativo-si-muore-un-po-per-poter-ridere/b/4dc34780-f7f4-571c-a4a7-0caa50687c9d

Se lo comprate qui aiutate sia me che il mio editore. Se no, tra qualche ora lo trovate su Amazon (avete l’opzione Prime??), IBS, Mondadori, Feltrinelli, Casa del libro ed altri, anche in versione e-pub.

Mo’ so’ cazzi vostri!!


ATTENZIONE!

Amazon non ha ancora messo in commercio il libro (uscito ieri) e non lo ha nel suo store, ma sul sito è comunque reperibile perché inserito in commercio da una libreria affiliata della provincia di Catania. Il prezzo di vendita (18 euro) è sensibilmente superiore a quello di copertina, che ho concordato con l’editore. In più ci sono ben 5 euro da pagare per le spese di invio. NON COMPRATELO! Piuttosto contattatemi con una mail privata o un messaggio WhatsApp, indicatemi il vostro indirizzo e ve lo spedisco io al prezzo di copertina fissato. Viviamo in un regime di libero mercato, questo è vero, ma la gente non è stupida e né io né il mio editore guadagneremo un centesimo in più da queste vendite a prezzi gonfiati. Ho accettato il prezzo di vendita più basso possibile proprio perché volevo che fosse alla portata di tutti. Spero che questa libreria chiuda al più presto.

E’ in linea anche il dominio dedicato: https://www.debitoformativo.it

Gerardo D’Amico, giornalista, e la morte di Gabriella Lesmo

Reading Time: < 1 minute

Non avevo mai sentito parlare di Gerardo D’Amico, prima d’ora.

Ora ne so appena appena di più. Sul suo profilo Twitter è riportato quanto segue:

“Giornalista. Ho scritto “La Salute In Tasca” e “Dottor Web & Mister Truffa””

Sì, è un giornalista professionista, regolarmente iscritto all’Ordine. Ho controllato. Ha scritto effettivamente i titoli citati, il primo dei quali, pubblicato nel 2010 gli ha procurato ben UNA recensione a 5 stelle su Amazon. Son soddisfazioni.

Su Twitter ha scritto questo e io gli ho risposto:

ACX? Non più per me, grazie!

Reading Time: < 1 minute

ACX, la piattaforma per gli audiolibri di Audible e iTunes, in un mese mi ha bannato ben due account.

ACX accetta solo membri residenti nel Regno Unito, Australia, Canada, Irlanda e Stati Uniti. Per questo ho dovuto acquistare (e a caro prezzo) i miei account da un provider esterno. Le spese, nel frattempo, sono rientrate, ma è una magra soddisfazione.

La prima volta non mi ha dato nessuna spiegazione. Ammesso e non concesso che io abbia violato qualche virgola della loro policy, avrei voluto sapere quale per potermi difendere e portare loro le mie ragioni.

La seconda volta è stata poche ore fa. Dicono che avrei violato le norme sul copyright. Balle, perché in primo luogo non c’era NESSUN titolo in vendita, ma solo in produzione, in secundis, TUTTI i titoli in produzione erano di pubblico dominio, ammesso che sappiano cos’è.

Avevo cominciato delle preziose collaborazioni, stavo dando lavoro a persone che per arrotondare o tirare a campare si dedicano a leggere libri su commissione, condividendo al 50% i proventi delle eventuali vendite.

Schifato, mi accontenterò delle royalties dei miei audiolibri in italiano. Se vi occupate di questo settore non vi dico di non usare ACXc, ma di stare molto, molto attenti alla loro sensibilità particolarmente acuita e ingiustificata. Poi non dite che non ve lo avevo detto.

Dicono di me: Alessandra Pozzi, produttrice di podcast, “Ciaula scopre la Luna” e la mia “produzione pessima”

Reading Time: 3 minutes

Il popolo dei pignolini di Audible si è “arrisbigliato”, come direbbe Camilleri.

Stavolta a recensire la mia audiolettura di “Ciaula scopre la luna” di Luigi Pirandello è una certa Alessandra Pozzi (meno male, almeno qualcuno che ci mette la faccia e si firma con nome e cognome!), che stigmatizza senza possibilità di appello (in pratica è una sentenza definitiva passata in giudicato) il mio lavoro con un maiuscolo che è tutto un programma: PRODUZIONE PESSIMA. E vai così.

Dice che è una produzione “casalinga, raffazzonata e letta in fretta”. Casalinga sicuramente (nel senso che l’ho fatta in casa), letta in fretta forse (dipende dall’intensità del ritmo della interpretazione, che, nel mio caso, è solo una lettura), raffazzonata proprio no. L’ho curata, almeno quanto ho curato le altre audioletture e non mi pare di non averci messo impegno, dedizione e attenzione, no, questo proprio no.

Non c’è una pre o una post produzione? Che vuol dire? L’attenta lettrice si dichiara “una produttrice di podcast” (e va be’, la pagheranno per fare il suo lavoro, io per registrare quell’audiolibro non ho percepito un solo centesimo) e mi dice la mia voce è bella, sì (grazie!) ma manca di professionalità. E grazie tante, sono un dilettante, ho fatto quelle cose perché mi andava di farle, più per gioco che per convinzione nelle mie capacità, all’inizio volevo regalarle ai non vedenti, ma siccome loro di registrazioni ne hanno a tonnellate, ho pensato di metterle a disposizione gratis sul mio classicistranieri.com, dove sono restate per una decina d’anni, prima di metterle contemporaneamente in vendita su Audible.it tanto per raggranellarci qualche soldino e vedere di nascosto l’effetto che fa.

Mi dice che avrei addirittura registrato quella lettura con un cellulare. Eh, no, carina, l’ho registrata con un microfono semiprofessionale, con il programma Audacity sotto sistema operativo Linux, e la qualità di ascolto è stata ulteriormente rivista e migliorata dal mio editore. Quindi c’è poco da mordere. E poi, sì, Audible accetta anche produzioni “casalinghe” e, in generale, amatoriali. Mi sono proposto e mi hanno accettato, qualcosa in contrario?

Il resto è una critica relativa. Non avrei “reso” adeguatamente la bellezza di un capolavoro della nostra letteratura. Ebbene, la signora non ha che da accomodarsi fuorit, ci sono altre versioni di quella novella, proposte come singolo audiolibro oppure in raccolta (sono varie le edizioni delle “Novelle per un anno” di Pirandello), può fare ciò che più le aggrada. Anche, se vuole, registrare lei stessa una versione della novella, visto che è del mestiere, proporla a Audible, metterla in vendita, e vivere felice.

Da parte mia, ho segnalato il commento come “inopportuno” a Audible, mi hanno dato retta e l’hanno tolto di mezzo immediatamente. Per fortuna che avevo fatto uno screenshot preventivo. L’ascolto della signora Pozzi, come tutti gli altri, contribuirà a far affiorare nelle mie tasche qualche dindino, che poi mi ci compro cosa mi pare. Ah bene!!


AGGIORNAMENTO: La cara e fedele lettrice Artemisia Panciàtici vedova Rotini mi segnala un link, questo. 

Contiene l’audiolettura della poesia “La pace dei sensi” di un certo Dennis Mazzolini, ad opera di una certa Alessandra Pozzi. Sarà senz’altro un caso di plateale omonimia. Certo non può esserci una sola Alessandra Pozzi che fa podcast in Italia. Il prodotto è fruibile anche su DioTubo e su archive.org, quindi se avete voglia (ma non credo) cercàtevelo. Si sente il clic della pausa all’inizio della registrazione, il che dà un po’ fastidio, e per una lettura di 46 secondi ci sono dei problemi di salto di sillabe (ben due) che rendono il tutto inascoltabile. La voce poi non mi sembra particolarmente gradevole. Insomma, questa sì che è una iniziativa “raffazzonata”. Ma non può essere lei, no, non ci credo…

 

Come pubblicare un audiolibro su Audible e iTunes

Reading Time: 5 minutes

Allora, siccome in privato c’è qualcuno che mi chiede informazioni sugli audiolibri e sulla loro pubblicazione, sono qui pronto a regalarvi un preve vademecum su come “entrare” nel giro. Nulla di nuovo o di introvabile, solo un compendio della mia esperienza personale.

Se siete qui a leggere è perché, probabilmente, siete interessati a pubblicare uno o più audiolibri, e quello che avete trovato in rete non vi è stato d’aiuto. Intanto però facciamo un po’ di ordine nelle idee:

– se volete pubblicare UN solo audiolibro, o pochissimi di più (non più di 5 o 6, per intenderci), in italiano e vedere che cosa succede, e, magari, guadagnarci qualche soldino, seguite lo step n. 1 (qui sotto);
– se volete intraprendere un vero e proprio business e giocare, come faccio io, a fare gli editori, guadagnerete molto di più, investendo una cifra “adeguata”. Per questo, saltate lo step n. 1 e andate direttamente al 2.

1. Volete pubblicare pochi audiolibri, nella maggior parte dei casi la versione audio di uno o più libri scritti da voi in lingua italiana. Benissimo. Avete bisogno di un account su un sito che si chiama youcanprint.it. Mettetevelo bene in testa: avete bisogno di loro. Lavorano bene, sono puntuali e sarete bene assistiti anche dal punto di vista fiscale (le tasse vengono pagate per voi, youcanprint.it è forse l’unico editore in Italia che funziona anche da sostituto d’imposta).
Una volta ottenuto l’account su youcanprint.it (è gratis, almeno quello) potete iniziare a pubblicare. Semplice no?
Ora i casi sono due. O avete GIA’ una registrazione del vostro audiolibro in MP3, magari realizzata da voi stessi (il mercato degli audiolibri letti dai rispettivi autori “tira”), siete a cavallo. Investendo solo 7 euro a titolo potete avere, in una trentina di giorni, il vostro audiolibro pubblicato su Audible.it e iTunes, oltre che sullo store dello stesso YCP, scegliere voi stessi il prezzo di vendita al pubblico e cominciare a guadagnare dalle vendite (per iTunes) o per il numero di minuti in cui il vostro audiolibro è stato effettivamente ascoltato su abbonamento (per Audible.it).
Non avete un audiolibro registrato ma intendete realizzarlo? Lodevole intento, vi bastano un PC (lo avete), un microfono con cuffia (della cuffia volendo potete anche fare a meno, comunque il tutto si trova a poche decine di euro su Amazon, dove c’è solo l’imbarazzo della scelta), dovrete installare il software Audacity per la registrazione (è gratis e open source), mentre per la manipolazione dell’audio potete usare un programmillo a pagamento come WavePad. La licenza costa poco. In tutto non dovreste arrivare a investire più di un centinaio di euro per il vostro progetto. Per qualcuno potrà sembrare scocciante. Se per voi lo è smettete di leggermi qui. Se no andate pure avanti.
Una volta che avrete realizzato i vostri file MP3 (uno per capitolo o scansione narrativa) salvateli a 192k e fate l’ordinativo su YCP (con PayPal, bonifico o carta di credito). Dopo dovrete inviare via posta elettronica i file all’editore, assieme alla copertina e alla sinossi dell’opera (cioè quello che volete vedere pubblicato nella pagina di Audible corrispondente al vostro audiolibro). Siccome si tratterà sicuramente di un pacchetto corposo, in termini di Mb. (se non addirittura Gb.), e la posta elettronica non vi reggerà tutto quel “carico”, usate un servizio come WeTransfer.com (ottimo!).
Se no potete commissionare a YCP la lettura del vostro libro fatta da attori professionisti. Offrono anche questo servizio, ed è bello avere un audiolibro pulito e letto in modo piacevole. Solo che è anche tremendamente caro, e vedrete che l’operazione, se non avete soldi da investire e da rischiare, vi farà pentire di non aver fatto tutto da soli.
YCP registra le provvigioni degli audiolibri ogni tre mesi, trattenendo per sé il 20% di quello che avete guadagnato. Il resto, dedotte le tasse, è vostro e dovrete riportarlo sulla dichiarazione dei redditi nell’apposita casella.
Unica noia: YCP non registra le visite, gli acquisti, le revenues giorno per giorno. Lo fa, sulla base di quanto fornito da Audible, solo una volta ogni tre mesi. Se un vostro audiolibro di tre ore viene ascoltato per un minuto solo, o per intero 100 volte, quello che cambierà sarà la commissione che vi spetta, ma vedrete sempre il valore “1” sui report.
Una volta accreditato il vostro denaro, potrete chiedere di trasferirlo sul vostro conto corrente bancario o postale tramite bonifico. YCP si prende altri 60 giorni per pagarvi, e non si capisce il perché di tutto questo, visto che sono soldi vostri e immediatamente disponibili. Ma il gioco vale la candela comunque. Una volta che sarete andati a regime, pochi o tanti che siano, i quattrini saranno vostri. Complimenti, ve li siete proprio meritati (forse).

2. Ora, però, assumo che vogliate iniziare una vera e propria attività (amatoriale o meno) di pubblicazione seriale di audiolibri a manetta e vedere di nascosto l’effetto che fa. Obbravi!
La soluzione per questo esiste, si chiama acx.com ed è una vera e propria mano santa. E’ la piattaforma di Amazon che permette la pubblicazione di nuovi audiolibri su Adible.com, il mercato americano degli audiolibri. Accettano libri in lingua straniera (inglese, francese, tedesco e spagnolo), NON in italiano. Se avete SOLO qualche audiolibro in italiano da pubblicare, tornate al punto 1. Non ci sono altre scorciatoie.
Ora sorge un problema (un GROSSO problema): si dà il caso che ACX non accetti iscritti residenti in nazioni che non siano Stati Uniti, Canada, Irlanda, Regno Unito e Australia (credo).
Quindi se, come me, vivete in Italia siete semplicemente tagliati fuori.
Ci sono DUE modi per ovviare a questo problema:
a) o costituite una LTD nel Regno Unito, con tanto di sede legale lì (anche presso l’abitazione di un amico, non è questo il problema) e pagate le tasse nel Regno di Sua Maestà Britannica (ma questa opzione ve la sconsiglio fortemente);
b) o vi affidate a un Agent (opzione consigliatissima, poi fate un po’ voi). Io ho fatto così. Un “Agent” è, sostanzialmente, un’agenzia letteraria con sede nei paesi consentiti, e che si pone come intermediario tra voi e ACX. Nulla che non si sia già visto nella storia.
L’Agent vi apre in quattro e quattr’otto un account del tutto identico a quello che ottereste se viveste nel Regno Unito o in Irlanda. Naturalmente vuole dei $oldi, e qui comincian le dolenti note. Io ho optato per l’agent Amplitudo.co.uk. Pago 97 euro l’anno con un vincolo di sette anni, più il 7% delle royalties e le spese per il bonifico mensile (robetta) dopodiché pare che vi brasino tutti gli audiobook, ma non so che succede se decidete di rinnovare anche dopo il periodo contrattuale.
Per cui se non volete spendere 97 euro all’anno per sette anni, o pensate di non riprendere nemmeno le spese nell’arco di un anno, non fatene di niente e tornate allo step n. 1. Se poi non volete nemmeno investire i 7 euro di YCP per la vostra geniale opera dell’ingegno siete dei pidocchiosi. Scordatevi dunque gli audiolibri.
Arrivati a questo punto, potete pubblicare tutto quello che volete, basta che il vostro audiolibro abbia una corrispondente versione cartacea o in versione Kindle (non è difficile, specialmente con le opere di pubblico dominio) su Amazon. E che, naturalmente, abbiate i diritti d’autore per pubblicare quello che volete pubblicare.
Comincerete a ricevere le royalties dall’Agent dopo un paio di mesi, sempre ogni 30 giorni, e potete pubblicare tutto quello che volete, senza limiti.
Occhio! Pubblicare su ACX è una operazione delicata, non banalissima. I file audio e le copertine debbono avere dei requisiti rigidissimi. Armatevi dei software di cui al punto 1 per correggere eventuali file fuori standard e di una pazienza infinita.

Quanto ci guadagno con gli audiolibri? E che, lo dico a voi??

E’ tutto. Almeno credo. Su, forza, non è difficile…

 

Audible: e invece te??

Reading Time: 2 minutes

Già mi sembra di sentirvi: “ma tu che fai tanto il gazzosino, tutto sussiegoso e supponente, che parli male delle audioletture degli altri, perché non ci dici qualcosa delle tue?”

Pronti, eccomi qui.

Allora, è da chiarire che se su Audible cercate “Liber Liber” non otterrete nessun risultato, per raggiungere una pagina dei loro audiolibri dovete inserire almeno il nome del lettore “volontario”. Se, invece, cercate “Valerio Di Stefano” vi compariranno tutte le mie audioletture, con alcuni titoli spuri. La ricerca si può raffinare un pochino ed ecco la pagina definitiva:

https://www.audible.it/search?searchNarrator=Valerio+Di+Stefano

Non c’è bisogno di screenshot dimostrativi, potete andare a consultarla per vostro conto.

Vediamo allora i punteggi più alti e lusinghieri (tranquilli, non vi risparmierò quelli più imparazzanti):

“Ciaula scopre la luna” di Pirandello ha un range di 4.1 (buonino!) con 9 recensioni.
“Cavalleria rusticana” del Verga ha 10 recensioni con un range di 4,5 (evvai!).
“La vita nuova” di Dante ha solo tre recensioni ma tutte a punteggio pieno. 5 stelle senza Movimento. ¡Adelante!
Punteggio pieno anche per il saggio “Odio gli indifferenti” di Antonio Gramsci (4,8), con 16 recensioni.
Per “Eugénie Grandet” di Balzac nella traduzione della Deledda si registrano ben 22 voti, con una media totale di 4,2.
Il mio racconto lungo “Nunc et in hora mortis nostrae” va benetto: 4,6 di media con 9 recensioni.
Soltanto due recensioni per il “Pinocchio”, “Il Giornalino di Gian Burrasca” e “Cuore”. Ma tutti e tre hanno punteggio pieno e tutto il tempo di crescere,
5 stelline anche per “Storia di una capinera” (7 recensioni) e “La giara” di Luigi Pirandello (6 recensioni).
2 recensioni per i “Postuma” di Olindo Guerrini (Lorenzo Stecchetti) e i “90 sonetti d’amore” di Gaspara Stampa (la poesia non “tira”, evidentemente), ma il punteggio è superiore alla media del 4.
Un po’ meno bene vanno i testi sacri. I “Vangeli” tradotti da Giovanni Luzzi stentano a decollare. Poche recensioni, alcuni commenti negativi, ma range tutto sommato soddisfacente.
NESSUNA recensione invece per l’audiolettura del romanzo “San Manuel Bueno Martire” di Miguel de Unamuno, una vera e propria perla. Uno spreco averlo messo in vendita per un pubblico così ignorante, avvezzo a titoli ben più commerciali.

Come vedete, non sono tutte rose e fiori. Però si può fare. Meglio.

Dicono di me: narratore magistrale

Reading Time: < 1 minute

Oh, gioja, oh tripudio, oh amore e coro meu!! Mentre revisionavo le recensioni ai miei audiolibri su Audible (vi ho mai detto che i miei audiolibri sono disponibili anche su Audible? No? Strano!!) sono andato ad incappare nel giudizio entisiastico di una amorosa utente che così descrive la mia lettura de “La giara” di Luigi Pirandello:

La lettura ha sottolineato con molta maestria tutti i personaggi rendendo l’ascolto veramente molto piacevole

Ma soprattutto intitola la sua breve ma intensa e piena di mirra recensione con un “Narratore magistrale” che mi dà i brividi. In effetti debbo ammettere che la lettura della novella pirandelliana mi è riuscita particolarmente bene e ho sempre ricevuto giudizi entusiastici. Altre cose le ho fatte più controvoglia. Ma per qualcuno sono un “narratore magistrale” e questo mi rende estremamente tronfio, sussiegoso, pieno di spocchia e di vanagloria come è mio costume. Volevo condividere con voi questo momento di estremo rigonfiamento dell’ego.

Dicono di me: il Gattopardo presuntuoso

Reading Time: 2 minutes

Come al solito il pubblico indistinto e incline alla dissacrazione di Audible non ha capito nulla, o ha capito molto poco del mio lavoro.

Stavolta è “Adri” (si firma così, è un uomo? E’ una donna?? Accidenti al vizio di non identificarsi mai con un nome e un cognome, ma cosa vi costa?) a darmi del “professore presuntuoso” (anziché no!). Per carità, sia pure mi abbia dato una sola stella nella lettura (ma quale lettura? Si trattava di una lezione improvvisata!) me ne ha date altre cinque negli altri due valori. Insomma, un risultato non proprio lusinghiero al 100%, ma che incasso e porto a casa di buon grado, consapevole di essere di bocca buona e che tutto fa brodo. Come direbbe quello lì, “pochi, maledetti e subito”.

E certo che sono presuntuoso. Perché per tenere accesa l’attenzione di un pubblico di anziani per circa un’ore bisogna pur tirarsela un pochino, fare un po’ gli spocchiosetti, provocare, fare domande, coinvolgere, insomma, fare il “conferenziere” a 360 gradi. Per il resto sono molto più che presuntuoso, sono astioso, stizzoso, supponente, sussiegoso, saccente, antipatico, mendace, reticente, borioso, cialtrone, bugiardo, egoista, sdegnoso, avido di denaro (ho ricevuto 70 euro netti per quell’incontro e incasserò del vile danaro anche per ogni minuto del mio intervento che “Adri” abbia ascoltato) e nettamente in malafede. Indubbiamente. Ora, però, a fare le lezioni all’Università della Terza Età ci vada lui. O lei. Così la prossima volta l’unica stellina al suo attivo gliela metto io.

Dicono di me: il Vangelo secondo Marco

Reading Time: 2 minutes

Il pubblico di Audible, udite udite, si è espresso. Un tale Antonio da Milano ha vergato (mal gliene incolse) una righetta e mezza scarsa di “recensione” alla mia audiolettura del Vangelo secondo Marco, nella versione italiana del Prof. Giovanni Luzzi, esordendo che si aspettava una lettura “regolare”, ma non dicendo una beneamata verza su cosa intenda Egli con tale termine. Non gli è molto piaciuta, dice (e padronissimo), troppi termini desueti.

Ora, si dà il caso che quell’audiolettura la realizzai dopo un faticoso lavorìo di contatti, richieste, attese di risposta (spesso vane). Volevo leggere delle parti della Bibbia. In particolare i quattro Vangeli canonici. L’opera l’ho lasciata incompiuta, mancando ancora (e per chissà quanto tempo) il Vangelo di Giovanni. Non tutte le ciambelle riescono col buco, comunque, i tre Vangeli sinottici sono ancora lì per chi se li vuole scaricare.

Il problema era (ed è) che tutte le traduzioni moderne della Bibbia sono sotto copyright. Tutte. Non ce n’è una che non lo sia. Per mettere in linea i sinottici ho dovuto scrivere a destra e a manca, perfino alla CEI, per vedere se mi dava l’autorizzazione alla lettura e alla distribuzione. Non mi si sono filati nemmeno di pezza. Gli unici che mi hanno dato una risposta sono quelli della Società Biblica Britanniac e Forestiera, che dall’ufficio italiano mi diedero il via libera per la versione del 1925 (ce l’ho anche scritto sulla copertina!) del Luzzi, di cui, allora, detenevano i diritti. Potevo distribuire le mie letture ad alta voce gratuitamente, e l’ho fatto fino a che non è arrivato il momento che i diritti di Giovanni Luzzi sono scaduti con il compimento del 70° anniversario della morte. Da allora posso anche venderle, se qualcuno me le compra. E così ho fatto.

Il linguaggio è desueto? Per forza, è del 1925! E’ una traduzione storica, ad uso dei protestanti (che mi risulta adesso adottino delle traduzioni più moderne), può non piacere ma è un testo fondamentale. E’ come leggere gli “Ossi di seppia” di Montale. Non credo che la gente si prenderebbe la briga di criticare solo perché “schiòcchi di merli e frusci di sèrpi” lo trova un po’ antiquato.

Che ci vada Antonio a chiedere i diritti alla CEI o alle Dehoniane per il testo del 1970 della Bibbia di Gerusalemme, lo registri, lo pubblichi e vediamo la gente cosa ne pensa. Gli auguro di cuore miglior fortuna.

Dicono di me: “sembra una televendita con voce fuori campo”

Reading Time: 2 minutes

L’ennesima polita utente di Audible.it (che questa volta si firma, almeno mette il nome di battesimo, “Mirella” e non si trincera dietro all’anonimato) ha pensato bene di dare una miserabile stella alla registrazione della mia lezione-conferenza sulla cucina ai tempi de “Il Gattopardo” di Tomasi di Lampedusa, disponibile sulla piattaforma. Ha motivato così il suo formidabile giudizio critico:

“è una registrazione di non so cosa, sembra una televendita con voci fuori campo, non c’entra nulla”

Allora: intanto “registrazione di non so cosa” lo va a dire a sua sorella, perché di che cosa si tratta lo sapeva e bene. Sulla copertina dell’audiolibro c’è scritto chiaramente “Lezione-conferenza”, e questo dovrebbe bastare almeno a dare un orientamento di massima, in secundis, sulla descrizione dell’opera (opera?) c’è scritto che si tratta di una “Lezione-conferenza tenuta all’Università della Terza Età di Roseto degli Abruzzi”. Sì, sono andato a spiegare questo tema ai cari vecchietti del paesello in cui vivo, è normale che in una registrazione in presa diretta ci siano dei rumori di sottofondo, delle interruzioni da parte del pubblico, domande, commenti, risatine e quant’altro.

E, quindi, certo che non è un audiolibro, è un podcast. Audible.it mette in linea anche quelli. La signora in questione, come tutti, poteva tranquillamente ascoltarsi l’anteprima (gratuita) e decidere se scaricarsi il tutto e ascoltarlo o, se proprio era tanto sensile, non farne di niente.

E invece no. Invece c’è gente che non si accontenta di avere delle opinioni (sbagliate!) per conto proprio, non è felice finché non le esplica pregiudizialmente “coram populo”.

“Televendita”, poi? Ma quando mai ha sentito (ammesso che lo abbia sentivo) promuovere pentole, gioielli, robot da cucina, attrezzi per affettare le zucchine, cremine di bellezza o quant’altro?

Nulla da fare, la gente è fatta così. Comunque grazie alla signora Mirella. Ascoltando il mio podcast ha contribuito ad arricchire il mio portafogli. Che, visti i tempi che corrono, non è nemmeno poco.

Dicono di me: “Voce insopportabile”

Reading Time: 2 minutes

La platea di melòmani della lettura e dell’interpretazione di Audible.it ha dato il suo infausto responso: la mia voce, nella mia audiolettura di “Eugenia Grandet” di Balzac, tradotta dall’incommensurabile Grazia Deledda, è “insopportabile”.

Lo dice una signorina che si firma con l’esotico pseudonimo di LouLou, e io non sono abituato a dare spiegazioni a chi non ci mette la faccia, a chi non si identifica con un Egregio Signor Nome e Cognome.

Ma a chi mi legge, sì, una risposta la do. Sempre.

La signorina in questione intitola il suo commento con il giudizio tranchant di “Voce insopportabile”. E va beh, è una sua legittima opinione. Per me è perfino troppa grazia. Ma vediamo cosa dice:

Perché non scegliere grandi voci per grandi romanzi?? Libro letto più volte ma con questo non sono andata oltre i 20 minuti.

Allora le rispondo. Le grandi case editrici preferiscono concentrare il loro impegno negli audiolibri riferiti a titoli recentemente usciti o, al massimo, in “classici” del ‘900 (si veda ad esempio, la coinvolgente e trascinante lettura di Battiston dei romanzi del ciclo di Maigret di Simenon). Dei classici precedenti non si preoccupano. Perché c’è troppa concorrenza (le opere sono, nella maggior parte dei casi, cadute in pubblico dominio) e il gioco non vale la candela.

Su Audible, oltre alla mia, della Grandet di Balzac c’è la lettura di Silvia Cecchini. Perché non ha scelto quella? E’ una alternativa e viviamo in un regime (!) di libero mercato. Inoltre, se proprio la mia voce la disturba tanto, avrebbe potuto fare una cosa, ascoltare l’anteprima (libera e gratuita per tutti) e poi decidere se scaricarla e ascoltarla o no. Invece, con il suo comportamento e con il suo voto, sia pure negativo, ha contribuito a spingere in alto il mio audiolibro nel motore di ricerca di Audible e, anche con la sua lettura durata solo 20 minuti, ha fatto piovere qualche soldino nelle mie tasche (grazie!).

La gente non si accontenta di avere delle idiosincrasie per conto proprio. Non è contenta finché non le rigetta sul prossimo. Voi mi direte: cosa avrebbe potuto fare la signora in questione? Semplice: munirsi di un microfonino da PC, di un programma per la gestione dei file audio (Audacity è libero e gratuito per chiunque!), della traduzione di Grazia Deledda della Grandet di Balzac e mettersi a registrarla. Un libro come quello non ha mai fatto del male a nessuno. Poi avrebbe potuto metterla in commercio, come ho fatto io. Se ci sono arrivato io è segno che ci può arrivare chiunque. Sentiamola la voce di questa signorina, poi decideremo anche noi se è “insopportabile” o no. C’è gente che si fa un mazzo tanto per mettere a disposizione, anche gratuitamente (avrebbe potuto scaricarla da classicistranieri.com, quella audiolettura, e a me non sarebbe venuto in tasca nemmeno un soldo) opere classiche del passato. Insomma, c’è chi lavora e chi dà giudizi. Non le piace la mia voce? La mia lettura è monotona? Provi ad ascoltare Gianrico Carofiglio che legge se stesso, si addormenta nemmeno dopo il primo capitolo, altro che 20 minuti!

Occhio, se se su Audible io sto male, c’è sempre gente che sta molto, molto peggio.

Ultimissime e nuovissime immissioni di audiolibri su Audible.it

Reading Time: < 1 minute

L’8 febbraio scorso sono stati pubblicati su Audible.it i seguenti titoli, prodotti da classicistranieri.com:

Dante Alighieri – Vita Nuova
https://www.audible.it/pd/Vita-nuova-Audiolibri/B08V5DS3LB

Vangelo secondo Lucahttps://www.audible.it/pd/Vangelo-secondo-Luca-Audiolibri/B08V5DQYH2

Vangelo secondo Marco
https://www.audible.it/pd/Vangelo-secondo-Marco-Audiolibri/B08V5CWBJM

Gaspara Stampa – 90 sonetti d’amore
https://www.audible.it/pd/90-sonetti-damore-Audiolibri/B08V533KJQ

Luigi Pirandello – Ciaula scopre la luna
https://www.audible.it/pd/Ciaula-scopre-la-luna-Audiolibri/B08V5C3JS4

Giovanni Verga – Cavalleria Rusticana
https://www.audible.it/pd/Cavalleria-rusticana-Audiolibri/B08V5DDQRT

Buon ascolto!

Audiolibri: novità su Audible.it

Reading Time: < 1 minute

Ieri Audible.it ha pubblicato alcuni miei nuovi audiolibri. I titoli e i link sono i seguenti:

La cucina nella letteratura:
Dona Flor e i suoi due mariti di Jorge Amado
https://www.audible.it/pd/La-cucina-nella-letteratura-Audiolibri/B08VJGNDXV

Scrivere e lagrimar vedrai insieme:
Il libro Cuore di Edmondo De Amicis
https://www.audible.it/pd/Scrivere-e-lagrimar-vedrai-insieme-Audiolibri/B08VDXX9Q9

Maledetti Toscani! Il “caso” delle “Sorelle Materassi” di Aldo Palazzeschi
https://www.audible.it/pd/Maledetti-Toscani-Il-caso-delle-Sorelle-Materassi-Audiolibri/B08VJHQL91

Costituzione della Repubblica Italianahttps://www.audible.it/pd/Costituzione-della-Repubblica-Italiana-Audiolibri/B08VF2533C

Antonio Gramsci:
Odio gli indifferenti
Per la libertà della scuola
https://www.audible.it/pd/Odio-gli-indifferenti-Audiolibri/B08VDVL4G4

Cantico dei Cantici
https://www.audible.it/pd/Cantico-dei-cantici-Audiolibri/B08VDT4TPZ

Libro di Habacuchttps://www.audible.it/pd/Habacuc-Audiolibri/B08VF3RQD4

Naturalmente questi titoli continuano e continueranno ad essere disponibili gratuitamente su classicistranieri.com

Scaricateli ed ascoltateli in letizia, così io divento ricco!! :-)

Valerio Di Stefano
per classicistranieri.com

Il Vangelo secondo Matteo non è mio (state attenti)

Reading Time: < 1 minute

Vi ho resi edotti alcuni giorni fa sulla disponibilità su Audible della mia audiolettura del Vangelo secondo Matteo. Se andate a guardare la scheda di Audible noterete un particolare curioso, l’opera è stata attribuita a me come autore. Naturalmente non è vero, ma una cara amica, su Facebook mi ha detto che lei crede nella reincarnazione, ed è convinta che io sia l’Evangelista reincarnato in un blogger del XXI secolo. Quand’è così voglio TUTTI i diritti d’autore della mia (fortunata) opera da 2000 anni a questa parte. Con un sessantaseiesimo di ogni copia venduta del libro più letto al mondo ci campo bene senza lavorare fino alla fine dei miei giorni e ci passo le vacanze a Montecarlo almeno due volte l’anno. Sì, lo so, sono venale. Ma delle cose mie ne fo’ quel che mi aggrada ognor!

Installare WordPress, evitare lo stress e altre porcheriole

Reading Time: 2 minutes

Beh, il 2021 inizia sotto i migliori augurii (o auspicii, fate un po’ voi!).

E’ uscito oggi in e-book il libro scritto a quattro mani con Marialuisa Basile “Installare WordPress, ed evitare lo stress”. Mi fa piacere farne partecipi i lettori del blog, perché sono quelle piccole soddisfazioncine che durano un giorno, ma che ti permettono di guardare il prossimo dall’alto in basso, e, magari, sparargli anche due o tre raudi fischioni avanzati ai piedi.

Si tratta solo di una versione beta, lo devo ancora rivedere (mi sono stati segnalati dall’implacabile Essebì degli errori che non dovrebbero proprio starci), ma intanto è disponibile su Amazon la versione Kindle. La versione e-pub sarà disponibile a giorni, se non a ore, sugli store più importanti (Mondadori, Feltrinelli, IBS, libreriauniversitaria.it, Hoepli e svariati altri). Amazon ha deciso (bontà sua) di applicarvi uno sconticino. Insomma, approfittatene, così io divento ricco.

Novità di rilievo anche sul fronte del mio vecchio racconto lungo (o romanzetto brevissimo, anche qui fate un po’ voi) “Nunc et in hora mortis nostrae”, di cui è uscita la versione audiolibro, che se avete Audible vi incoraggio a scaricare qui:

https://www.audible.it/pd/Nunc-et-in-hora-mortis-nostrae-Audiolibri/B08GQ5VFXK

Alla chetichella, oltre alla versione Kindle, è uscita anche la versione e-pub, per i puristi e i pignolini. La trovate a uno dei seguenti link:

https://www.mondadoristore.it/Nunc-et-in-hora-mortis-nostrae-Valerio-Di-Stefano/eai979122031131/

https://www.ibs.it/nunc-et-in-hora-mortis-ebook-valerio-di-stefano/e/9791220311311

https://www.lafeltrinelli.it/ebook/valerio-stefano/nunc-et-hora-mortis-nostrae/9791220311311

Quella cartacea, per chi ama sniffare l’inchiostro, è sempre disponibile su:
https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/narrativa/42831/nunc-et-in-hora-mortis-nostrae/

Ma c’è di più. Stamattina il prode Franco Probi (o Caciagli Edo, ora non rammento) mi ha omaggiato della versione radiofonica tratta dall’audiolettura del racconto, e ne ha fatto materiale da trasmettere nella sua “Nuova Radio” (che potrete ascoltare in streaming spippolando sull’iconcina qui a fianco, sulla colonna a destra del blog). Anche qui vi do il link:

https://www.valeriodistefano.com/nunc.mp3

Come sempre, la versione PDF e l’audiolettura del libro saranno sempre libere e gratuite su classicistranieri.com alla voce
http://www.classicistranieri.com/audioletture/

Sì, maramaldi che altro non siete, potete scaricare il tutto anche gratis, senza pagare una lira. Ma se ci tenete ad aiutarmi scaricatevi Audible (il primo mese di ascolto è gratis, che volete di più??) o compratevi una edizione a pagamento.

E a proposito di Audible, giusto per dovere di completezza, e anche per tirarmela un altro pochino, eccovi i link alle audioletture d’autore messe in linea in questo periodo. Ma badate bene che ho intenzione di fare sul serio e ne ho già pronte un’altra ventina:

Vamba: Il giornalino di Gian Burrasca
https://www.audible.it/pd/Il-giornalino-di-Gian-Burrasca-Audiolibri/8831692143

Pirandello: La giara
https://www.audible.it/pd/La-giara-Audiolibri/8831691171

Collodi: Pinocchio
https://www.audible.it/pd/Pinocchio-Audiolibri/883169183X

Verga: Storia di una capinera
https://www.audible.it/pd/Storia-di-una-capinera-Audiolibri/8831691686

De Amicis: Cuore
https://www.audible.it/pd/Cuore-Audiolibri/883169216X

Stecchetti: Postuma
https://www.audible.it/pd/Postuma-Audiolibri/883169281X

“Difendere la privacy” e “Nunc et in hora mortis nostrae” temporaneamente non disponibili per il download gratuito

Reading Time: < 1 minute

I miei scritti “Difendere la privacy (e colpire gli scocciatori al portafoglio)” e “Nunc et in hora mortis nostrae” non sono più, ma solo temporaneamente, disponibili per il download gratuito.

O, meglio, lo sono ancora, ma per 5 giorni (affrettatevi!) su Amazon per chi ha un Kindle. Siccome il contratto con Amazon prevede, per questo tipo di attività, un’esclusiva di 90 giorni, per questo periodo non sarà possibile effettuare il download.

Se volete, su Amazon li trovate qui:

e qui:

Scaricateli, ma soprattutto leggeteli. Anzi, sfogliateli, perché per ogni pagina sfogliata io percepisco una royalty, e quindi divento ricco.

Non è possibile nemmeno accedere all’audiolettura dello stesso “Nunc et in hora mortis nostrae”. Aggiàte pacienza!

I libri di Liber Liber a 0,49 euro che costano 1,03

Reading Time: 2 minutes

Anche Liber Liber vende e-book on line. Il loro mercato è ancora più vasto di quello delle povere tasche di classicistranieri.com. Solo che io le royaties che ricevo da Amazon devo dichiararle sulla dichiarazione dei redditi fino all’ultimo centesimo. Loro sono una associazione culturale stabilita come Onlus e hanno un sacco di agevolazioni in questo senso.

Ma a parte questo mi sono sempre chiesto come facciano a vendere a 0,49 euro a copia su Amazon, quando il minimo esigibile è di 0,99 dollari, come in questo esempio:

Loro vendono. Non c’è nulla di male. I testi delle opere sono in pubblico dominio, ognuno può farne ciò che più gli pare e piace. Il pubblico dominio esiste, ed esiste anche la libera concorrenza economica e commerciale, la libera editoria, e tutte queste belle cose.

Su iTunes nulla da eccepire, il prezzo è realmente quello di 0,49 euro. Bravi.

Ma andando a cliccare sulla edizione per Kindle, si scopre che il prezzo di vendita finale è di 1,03 euro. Più del doppio del prezzo indicato sul loro sito:

Per carità, liberissimi di vendere al prezzo che ritengono più opportuno. Ma indicarlo correttamente no, eh?

Amazon e il falso Chisciotte

Reading Time: 3 minutes

Dice la Essebì che questo argomento è degno di pubblicità. Nonostante io vi abbia già abbondantemente sfracassato le gònadi con questa storia degli e-book per Amazon, accolgo la sua richiesta e vi faccio una breve lezioncina in forma di storiella.

Ora, accadde che nel 1605, Miguel de Cervantes diede alle stampe la prima parte del Don Chisciotte (serebbe meglio chiamarlo “il primo Chisciotte”, ma lasciamo perdere). Fu un successo planetario.

Accadde, poi, nel 1614, che un tale che si firmava con lo pseudonimo di Alonso Fernández de Avellaneda, pubblicò una seconda parte del Chisciotte a suo nome. Un falso, dunque, un apocrifo. Ma, comunque, un’opera di un certo ingegno e di un certo interesse. La circostanza fece infuriare Cervantes, che, tutto incazzato (allora non c’erano i diritti d’autore) mise mano alla seconda parte del romanzo (quella vera) nel 1615. L’anno successivo il poveretto morì.

Questo è l’antefatto.

Ho deciso di fare un e-book del falso Chisciotte di Avellaneda, Per altissimi scopi culturali (le mie tasche).

L’ho proposto a Amazon, ed ecco quello che mi hanno risposto:

Salve,

Durante la nostra revisione, abbiamo riscontrato che i seguenti libri risultano essere una traduzione di un’opera di dominio pubblico:

Segundo tomo del ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha di Fernández de Avellaneda, Alonso (AUTHOR) (ID: 36474558)

Per poter pubblicare i libri, rispondi a questa e-mail fornendo le seguenti informazioni sui libri:

Nomi degli autori (tutti):
1. Nom du ou des auteurs (tous):
2. Date di morte degli autori (tutte):
3. Data di pubblicazione iniziale:
4. Paese di pubblicazione iniziale:
5. Collegamenti ai siti Web per la conferma:

Informazioni sull’opera tradotta:
1. Nomi dei traduttori (tutti):
2. Date di morte dei traduttori (tutte):
3. Data di pubblicazione della traduzione:
4. Paese di pubblicazione della traduzione
5. Collegamenti ai siti Web per la conferma:

Le informazioni su titolo e autore inserite in KDP per le opere di dominio pubblico devono corrispondere all’opera originale. Durante la pubblicazione di una traduzione, sia l’autore originale che il traduttore devono essere elencati come collaboratori. Rivedi i dettagli del libro e assicurarti che tutti i collaboratori siano elencati correttamente.

In breve, il Chisciotte di Avellaneda, il falso storico più eclatante della storia della letteratura (ma nella Spagna dell’epoca era frequentissimo pubblicare continuazioni apocrife e anonime di romanzi di grande successo, basti pensare ai tanti Lazarillo de Tormes che seguirono il romanzo picaresco del 1554) per Amazon sarebbe una traduzione. Gli ho risposto che, invece, è un’opera originale, originalissima, con tanto di riferimenti alla Treccani (o non vorrete mica che ci metta Wikipedia?). Non mi hanno ancora risposto e il libro è ancora bloccato in stato di “bozza”.

E, come dice la Essebì, Amazon non è esattamente la drogheria all’angolo. Qualche esperto ce l’avranno anche loro. Certe esternazioni potrebbero essere accuratamente evitate. Che so, con la stessa Treccani (che come la consulto io possono benissimo consultarla anche loro), per esempio.

O allora? Son fatti così e son toccati a me.

AGGIORNAMENTO DEL 24/08/2020:

Salve,

durante la nostra revisione abbiamo riscontrato che le informazioni sull’autore e sul titolo indicate per i seguenti libri possono risultare fuorvianti per i clienti.

36474558
Segundo tomo del ingenioso hidalgo Don Quijote de la Mancha
Fernández de Avellaneda, Alonso (AUTHOR)

La presenza di dettagli imprecisi relativi al libro può deludere le aspettative dei lettori o generare confusione.

Esempi di informazioni imprecise sull’autore e sul titolo includono:
• Il nome dell’autore e/o le informazioni sul titolo riportati sulla copertina e nel contenuto interno sono discordanti.
• Il nome dell’autore e/o le informazioni sul titolo riportati sulla copertina e/o nel contenuto interno e nei dettagli del libro sono discordanti.
• Il nome dell’autore e/o le informazioni sul titolo sono discordanti rispetto all’edizione cartacea dello stesso libro.
• Il nome dell’autore e/o le informazioni sul titolo sono discordanti rispetto all’opera di dominio pubblico originale o all’opera preesistente.
• Non tutti i collaboratori originali, inclusi i traduttori, dell’opera di dominio pubblico originale o dell’opera preesistente sono citati per il tuo libro.

Controlla l’accuratezza dei tuoi libri, aggiorna l’elenco dei collaboratori e/o le informazioni sul titolo tramite la procedura riportata di seguito e invia nuovamente i libri per la pubblicazione entro 5 giorni.

1. Vai alla tua Libreria.
2. Fai clic sul pulsante con i puntini di sospensione (“…”) in AZIONI EBOOK KINDLE accanto al libro che desideri aggiornare
3. Scegli “Modifica dettagli eBook”. Viene visualizzata la pagina dei dettagli
4. Modifica i dettagli necessari.
5. Fai clic su “Salva e continua”. Viene visualizzata la pagina Contenuto.
6. Fai clic su “Salva e continua”. Viene visualizzata la pagina dei prezzi.
7. Fai clic sul pulsante per la pubblicazione in fondo alla pagina.

Aggiorna i tuoi libri o rispondi a questa e-mail entro 5 giorni. In caso contrario, i libri saranno contrassegnati come bloccati nella tua Libreria e non saranno disponibili per la vendita su Amazon.

Per ulteriori dettagli sulle linee guida sui metadati degli eBook di KDP, consulta la pagina di assistenza:
https://kdp.amazon.com/help/topic/G201097560

Se hai domande o ritieni di aver ricevuto questa e-mail per errore, puoi scriverci all’indirizzo kindle-content-review@amazon.it.

Grazie per aver scelto Amazon KDP

Amazon: non è possibile! Ora anche Grazia Deledda…

Reading Time: 2 minutes
Perché un’opera letteraria sia considerata di pubblico dominio in Italia, devono essere soddisfatti due requisiti:
a) che l’autore sia morto da oltre 70 anni;
b) che l’opera di riferimento da cui è tratto il testo sia stata pubblicata da più di 20 anni

Potete controllare la normativa di legge facendo riferimento a questo utile riepilogo: https://www.dandi.media/2020/05/diritti-dautore-durata/

Non importa, dunque, sapere la data di prima pubblicazione dell’opera, l’essenziale è che l’opera di riferimento da cui è tratta sia stata pubblicata da più di 20 anni.
Grazia Deledda, premio Nobel per la letteratura, è morta nel 1936. (vedere qui: https://it.wikipedia.org/wiki/Grazia_Deledda. Il Paese di pubblicazione iniziale è: Italia.
I due e-book sono tratti dall’opera Novelle – Volume primo” Ilisso Edizioni, Nuoro, 1996 Bibliotheca Sarda n. 7 (vedere qui: https://www.liberliber.it/online/autori/autori-d/grazia-deledda/racconti-sardi/) ed è stata pubblicata per la prima volta in Italia nel 1894 col titolo di Racconti Sardi (vedere qui: https://it.wikipedia.org/wiki/Grazia_Deledda#Opere)
Prego.

Valerio Di Stefano

Mail : valeriodistefano (at) valeriodistefano (dot) com
Web : https://www.valeriodistefano.com/
Web : https://www.classicistranieri.com/
Web : https://www.musicaclassicaonline.com/
Tel: +3395823066

Da: “Kindle Direct Publishing” kindle-content-review@amazon.it
A: valeriodistefano@valeriodistefano.com
Cc:
Data: Thu, 20 Aug 2020 14:18:39 +0000
Oggetto: Informazioni sul copyright necessarie per 2 libro/i Amazon KDP

Salve,

durante la nostra revisione, abbiamo riscontrato che i seguenti libri risultano essere di dominio pubblico:

Di notte di Deledda, Grazia (AUTHOR) (ID: 36452519)
Romanzo minimo di Deledda, Grazia (AUTHOR) (ID: 36452619)

Per poter pubblicare i libri, abbiamo bisogno della conferma che i contenuti siano di dominio pubblico. Rispondi a questa e-mail entro 5 giorni fornendo le seguenti informazioni per i libri:

Informazioni sull’opera originale:
1. Nomi degli autori (tutti):
2. Date di morte degli autori (tutte):
3. Data di pubblicazione iniziale:
4. Paese di pubblicazione iniziale:
5. Collegamenti ai siti Web per la conferma:

Le informazioni su titolo e autore inserite in KDP per le opere di dominio pubblico devono corrispondere all’opera originale. Rivedi i dettagli del libro e assicurarti che tutti i collaboratori siano elencati correttamente.

Per ulteriori informazioni sulla pubblicazione di libri di dominio pubblico, visita la pagina di assistenza:
https://kdp.amazon.com/help/topic/G200743940

Se i libri non sono di dominio pubblico, rispondi a questa e-mail fornendo la documentazione e/o la prova che dimostri che sei in possesso dei diritti di pubblicazione.

Ti preghiamo di rispondere con le informazioni richieste entro 5 giorni. In caso contrario, i libri saranno contrassegnati come bloccati nella tua Libreria e non saranno disponibili per la vendita su Amazon.

Se hai domande o ritieni di aver ricevuto questa e-mail per errore, puoi scriverci all’indirizzo …@amazon.it.

Grazie per aver scelto Amazon KDP.

Amazon e il cugino Basilico

Reading Time: < 1 minute

Oggi sto lavorando sull’opera di José Maria Eça de Queiros, un narratore realista dell’ottocento portoghese che sapete assai voi chi era.

Tra le sue opere c’è un romanzo intitolato “O primo Basilio” (o “Bazilio”, come scriveva Queiroz), ovvero “Il cugino Basilio”.

Tra gli e-book distribuiti da Amazon figura il titolo “O primo Basilico”. Basilico? Si chiama “Basilio”. Ma come lavora la gente?

Sciatterie editoriali.

Amazon: i primi titoli della collana “Amarillo” di classicistranieri.com disponibili in linea (pagando!)

Reading Time: < 1 minute

Allora, i primi titoli della collana “Amarillo” di classicistranieri.com cominciano a comparire su Amazon. Sono:

José Maria Eça de Queiroz – Singularidades de uma rapariga loura
https://www.amazon.it/dp/B08G88T595

Oscar Wilde – Slaves of fashion
https://www.amazon.it/dp/B08G8M7NQW

Oscar Wilde – House of Decoration
https://www.amazon.it/dp/B08G8JZDPM

Italo Svevo – L’avvenire dei ricordi
https://www.amazon.it/dp/B08GBQWGHF

Italo Svevo – La tribù
https://www.amazon.it/dp/B08G8P94MN

A ore saranno disponibili anche “A cidade e as serras” e “O crime do Padre Amaro” di José Maria Eça de Queiroz.

Comprateli, tirchi e smidollati che altro non siete, così io divento ricco.

Amazon e il pubblico dominio: ovvìa, si lética!

Reading Time: 3 minutes

Ho cominciato a collaborare con Amazon come editore l’altro ieri sera e subito abbiamo cominciato (come è nel mio carattere) a litigare.

Jersera ho ricevuto da Amazon questa mail, a proposito di alcuni titoli in pubblico dominio immessi nel circuiti KDP che sapete assai voi cos’è:

Salve,

durante la nostra revisione, abbiamo riscontrato che i seguenti libri risultano essere di dominio pubblico:

Giulia di Capuana, Luigi (AUTHOR) (ID: 36446141)
Ebe: (Racconto) di Capuana, Luigi (AUTHOR) (ID: 36446403)
Delfina di Capuana, Luigi (AUTHOR) (ID: 36445966)
Fasma di Capuana, Luigi (AUTHOR) (ID: 36446281)
Il Malocchio di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36438634)
La buonissima madre di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36438769)

Per poter pubblicare i libri, abbiamo bisogno della conferma che i contenuti siano di dominio pubblico. Rispondi a questa e-mail entro 5 giorni fornendo le seguenti informazioni per i libri:

Informazioni sull’opera originale:
1. Nomi degli autori (tutti):
2. Date di morte degli autori (tutte):
3. Data di pubblicazione iniziale:
4. Paese di pubblicazione iniziale:
5. Collegamenti ai siti Web per la conferma:

Le informazioni su titolo e autore inserite in KDP per le opere di dominio pubblico devono corrispondere all’opera originale. Rivedi i dettagli del libro e assicurarti che tutti i collaboratori siano elencati correttamente.

Per ulteriori informazioni sulla pubblicazione di libri di dominio pubblico, visita la pagina di assistenza:

Se i libri non sono di dominio pubblico, rispondi a questa e-mail fornendo la documentazione e/o la prova che dimostri che sei in possesso dei diritti di pubblicazione.

Ti preghiamo di rispondere con le informazioni richieste entro 5 giorni. In caso contrario, i libri saranno contrassegnati come bloccati nella tua Libreria e non saranno disponibili per la vendita su Amazon.

Se hai domande o ritieni di aver ricevuto questa e-mail per errore, puoi scriverci all’indirizzo bla bla bla.

Grazie per aver scelto Amazon KDP.

Naturalmente ho risposto con tutti i dati in mio possesso, sperando di aver chiarito l’equivoco. Invece no. Invece stamattima mi è giunta quest’altra mail che mi dice che no, loro non sono ancora convinti che le opere proposte siano di pubblico dominio:

Salve,

grazie per il tuo messaggio relativo ai seguenti libri:

Marianno di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36439638)

Cimutti di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36439699)

Cavour e Marinetti di Gramsci, Antonio (AUTHOR) (ID: 36442252)

Incontro di vecchi amici di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36440916)

Proditoriamente di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36441107)

Argo e il suo padrone di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36439226)

Orazio Cima di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36438906)

La morte di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36441013)

In Serenella di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36439791)

Giacomo di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36439067)

Giulia di Capuana, Luigi (AUTHOR) (ID: 36446141)

Ebe: (Racconto) di Capuana, Luigi (AUTHOR) (ID: 36446403)

Delfina di Capuana, Luigi (AUTHOR) (ID: 36445966)

Fasma di Capuana, Luigi (AUTHOR) (ID: 36446281)

Il Malocchio di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36438634)

La buonissima madre di Svevo, Italo (AUTHOR) (ID: 36438769)

Abbiamo esaminato le informazioni che ci hai fornito. In base alla revisione effettuata, non siamo in grado di confermare lo stato dei tuoi libri di dominio pubblico.

Le informazioni che hai fornito non sono sufficienti per i seguenti motivi:

• La data di pubblicazione iniziale non può essere verificata al collegamento del sito Web fornito

Per poter pubblicare i libri, rispondi a questa e-mail entro 5 giorni fornendo le seguenti informazioni:

Informazioni sull’opera originale:
1. Nomi degli autori (tutti):
2. Date di morte degli autori (tutte):
3. Data di pubblicazione iniziale:
4. Paese di pubblicazione iniziale:
5. Collegamenti ai siti Web per la conferma:

Per ulteriori informazioni sulla pubblicazione di libri di dominio pubblico, visita la pagina di assistenza:

Ti preghiamo di rispondere con le informazioni richieste entro 5 giorni. In caso contrario, i libri saranno contrassegnati come bloccati nella tua Libreria e non saranno disponibili per la vendita su Amazon.

Congratulazioni! I seguenti libri che hai inviato recentemente sono stati rivisti e approvati:

ID “L’avvenire dei ricordi Svevo, Italo (AUTHOR)”: 36440419

I libri saranno presto pubblicati su Amazon; entro massimo 48 ore saranno disponibili nell’Amazon Store.

Qualsiasi libro di dominio pubblico è stato reso disponibile solo nei territori in cui siamo certi che rientri in tale categoria. Il tuo libro non apparirà nelle ricerche nei territori in cui non è messo in vendita.

Speriamo di poter offrire il tuo libro a milioni di clienti Amazon e ti auguriamo buona fortuna nella vendita e nella promozione del tuo lavoro!

Grazie per aver scelto Amazon KDP

Cordialmente,
Amazon.it

L’azienda più attenta al cliente del mondo.

Cioè, loro accettano di pubblicare una mia edizione di un racconto di Italo Svevo (e di fatto lo pubblicano), ma tengono in sospeso gli altri racconti, tratti dallo STESSO volume, preannunciandomi che in caso di risposte insoddisfacenti entro 5 giorni bloccheranno i miei preziosissimi e-book? Non vi pare un po’ contraddittorio? Comunque sia, vi terrò debitamente informati.