Bossi e il lodo Alfano allargato: “Il Cavaliere va difeso”



L’idea del giorno è quella di un lodo cosiddetto "allargato".

Ovvero la sospensione dei processi per il premier (fin qui nulla di nuovo) fino alla fine del mandanto anche se il procedimento è cominciato prima dell’assunzione della carica (e qui starebbe la rivoluzione copernicana).

Del resto, ha detto Bossi, "il premier lavora per il Paese, qualcosa gli devi dare".

Come se non bastassero i denari che si prende e che paghiamo regolarmente ogni giorno con le nostre tasse (versate, quindi sui redditi regolarmente dichiarati al fisco).

Ah, il tutto sarebbe esteso (da qui la denominazione di "lodo allargato") anche ai ministri, così si fa un favore anche a Blancher e al suo ministero "ad hoc".

La dichiarazione di Bossi non appare tanto assurda perché strampalata, anche se lo è. E’ grottesca perché pretende di convincere gli italiani che è normale dare un contentino al Presidente del Consiglio solo perché lavora per il paese, così potrà continuare a lavorare indisturbato, soprattutto dai magistrati che gli chiedono conto delle proprie azioni.

Questa gente parla il linguaggio dell’assurdo facendolo passare per assoluta normalità, banalità, quotidianità e impunità. Allargata.
60 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.