Bomba in Norvegia

"Di Stefano, parlami della Norvegia!"

"Sissignora Maestra, allora, dunque, vediamo, la Norvegia, sì…."

"Di Stefano non fare l’imbecille e parlami di questa benedetta Norvegia!"

"La Norvegia confina con la Svezia e anche un pezzettino con la Finlandia, capitale Oslo, è bagnata dal Coso Glaciale Artico o Antàrtico, non ricordo bene, e poi ah sì, ecco, ha le coste frastagliatissime. Sissignora Maestra, Lei ha detto proprio così, frastagliatissime, questo l’ho imparato ammodino, che frastagliatissime vuol dire che ci sono delle rientrature nella terra come dei porti, ma piccini e tanti però, i cìsi si chiamano… i fiòrdi, sì…ecco… che poi sulla Norvegia non è che ci sia tanto da dire, uno la impara a memoria a scuola e poi si dimentica perfino che esiste, ma perché, c’è la Norvegia? Cosa ci combina, i norvegesi staranno a casa sua lì in Norvegia che c’è anche freddo e fanno il baccalà ma però loro non lo mangiano, no, lo fanno perché si mangia noi che ci piace tanto e difatti gli se ne compra a quintalate intere, perché il baccalà puzza, Sissignora Maestra, che la mi’ mamma alle vòlte lo compra ma è salato appestato e bisogna metterlo nell’acqua anche due o tre giorni ma non c’è verso, puzza uguale, è bòno ma puzza, ecco cosa so io sui norvegesi, ma Lei lo sa che quand’avrò quarantasett’anni, Signora Maestra, in Norvegia ci tirano una bomba che sanno una sega loro perché se la son presa con della gente così… badalì se cianno le coste frastagliatissime, non sarà mica peccato mortale, o cosa c’entra di mettersi a tirar le bombe in Norvegia…"
39 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.