Beppino Englaro indagato per omicidio volontario su denuncia dell’Associazione “Verita’ e Vita”

E non finisce più.

Lo vogliono morto, sepolto, cadavere, putrefatto, di più, lo vogliono polvere, disperso al vento, mischiato, a seconda della direzione, ora alle sabbie del deserto, ora alle acque degli oceani.

Lo vogliono ridurre al nulla, peggio, lo vogliono condannare all’oblio, perché la pubblica gogna mediatica e bacchettona evidentemente non basta più.

Beppino Englaro è stato indagato dalla Procura della Repubblica di Udine per omicidio volontario su denuncia dell’associazione "Verità e Vita" (e non "Scienza e Vita" come inizialmente riportato da alcune agenzie di stampa).

"Atto dovuto", naturalmente.

E quando mai sarà dovuto l’ultimo atto su questa vicenda? Quando lasceranno in pace i morti e la smetteranno di far morire i vivi?

Beppino Englaro è il destinatario di una ingiustizia a orologeria volgare e ostinata. Ha solo rispettato la legge. E in Italia rispettare la legge è un fatto gravissimo.

Non serve a nulla, anzi, non la guarderanno nemmeno, ma ho spedito all’indirizzo dell’associazione "Verità e Vita" una mail di protesta. So che non è la sola, e, per quello che può servire a Beppino Englaro, è solo una goccia in un oceano di onta e abominio.

Ma è questa:

"La vostra denuncia nei confronti del Sig. Englaro costituisce una pagina deplorevole e inqualificabile in una vicenda che dovrebbe lasciar spazio solo al dolore.

Considerata l’evidenza mediatica che è stata data al caso, e considerato il fatto che viviamo in uno stato di diritto, per cui il reato di omicidio è ancora perseguibile d’ufficio (e mi stupirei del contrario), considero la vostra iniziativa una pervicace e testarda volontà persecutoria nei confronti di un cittadino che ha avuto a cuore solo la volontà della figlia e la determinazione di compierla secondo quanto la legge italiana gli ha riconosciuto.

Quello che avete fatto è semplicemente vergognoso. Mi auguro solo che il Dio in cui molti dei vostri associati credono, vi perdoni per il male che state facendo.

Personalmente non ho nessuna intenzione di farlo."

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Comments

  • Giovanni Ceroni  On 28 Febbraio 2009 at 10:17

    L’omicidio di un’innocente donna chiamata Eluana è l’unico dato certo della vicenda. Beppino, e la lobby pro-eutanasia e morte, ha fatto di tutto per ottenere lo scopo di uccidere la figlia e ci è riuscito con la collaborazione di molta gente, tra cui il personale medico, una parte della magistratura e addirittura il capo dello stato. Ma di omicidio si tratta, Eluana era viva, ed è stata assassinata lentamente per fame e sete, ma sopprattutto per disamore.

  • Valerio Di Stefano  On 28 Febbraio 2009 at 12:01

    Caro Signor Ceroni,
    il fatto che la Sua associazione accusi una parte della magistratura e “addirittura il capo dello stato” di collaborazionismo con il presunto omicidio di Eluana Englaro la dice tutta sulle vostre reali intenzioni. Perché non avete denunciato anche loro per concorso in omicidio? Il dato certo della vicenda è che siccome Eluana Englaro è morta, state cercando di seppellire anche suo padre. Accolgo volentieri le Sue osservazioni sul mio blog, ma non mi piego al vostro ennesimo atto di sciacallaggio su questo immenso dolore.

  • CinghialeMannaro  On 2 Marzo 2009 at 11:49

    E’ normale, Valerio, che non abbiano denunciato il Capo dello Stato: Beppino Englaro è un signor nessuno, denunciarlo costa poco, fa scena e suona come una gran bella ripicca a chi non si piega ai voleri del loro Dio; se invece denunci Napolitano, poi l’Avvocatura dello Stato ti apre un mazzo cosi’.

    Religiosi si, ma mica scemi! :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

How to whitelist website on AdBlocker?

  • 1 Click on the AdBlock Plus icon on the top right corner of your browser
  • 2 Click on "Enabled on this site" from the AdBlock Plus option
  • 3 Refresh the page and start browsing the site
Don`t copy text!