Asilo (o ISOLA, non ricordo): il “Regina Pacis” di Vada

[Fai clic sulla foto per scaricarla nel formato originale]

Da piccino andavo all’asilo "Regina Pacis" di Vada, dove Don Vellutini veniva ogni tanto in bicicletta a far visita a noi pargoli, riempendoci di doni e sacrosante pedate negli stinchi, e dove la Signorina Cianchi ci faceva fare il riposino pomeridiano che io, da bravo rompicoglioni in erba, odiavo più del pasticcio di carciofi, che mi sono sempre restati parecchio sugli attributi, e dove avrei scoperto la mia vocazione musicale accompagnando un’orchestrina di zufoli e un pianofortaccio scordato con due piattacci d’alluminio sbattuti insieme. Eccolo come appare all’ignaro viandante.

La foto è mia, ma voi potete scaricarla nel formato originale e farci ugualmente ciò che vi pare seguendo i dettami della licenza:
Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 2.5
7 Views

Commenti

commenti

Un pensiero riguardo “Asilo (o ISOLA, non ricordo): il “Regina Pacis” di Vada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.