Aggiornamento su Copytrack.com: caso chiuso!

Reading Time: 2 minutes

Questi contenuti sono completamente gratuiti.

Potete ringraziarmi (prego!), altrettanto gratuitamente, iscrivendovi al mio canale YouTube.

-----

Vi aggiorno su quanto riportato qui:

https://www.valeriodistefano.com/la-mail-di-copytrack-com-per-una-inesistente-violazione-del-copyright-per-classicistranieri-com.html

Ieri sera, dopo l’invio della mia risposta di chiarimenti, ho ricevuto questo:

Incredibile! Dovevano verificare le mie informazioni attraverso il loro team di legali. Ce li vedo bene,ce li vedo, a studiare la notte (studiano, studiano…) su una immagine di pubblico dominio riportata da una risorsa di pubblico dominio per scopi didattici ed educativi (fondamentalmente aiutare i bambini dei paesi più poveri a fare quello che è loro diritto: studiare).

Da notare anche lo svarione dell’uso del sostantivo wiev (vista) per fiew (un poco). Oltre che prepotenti e fuori da ogni logica del diritto, anche un po’ maldestramente saputelli, codesti signori.

Insisto: se c’è un reato (oltretutto perseguibile d’ufficio, come mi risultano tutti gli illeciti connessi alla violazione della legge sul diritto d’autore) se ne occupi la magistratura. Io non sono tenuto a spiegare a improvvisati intermediari il perché e il percome del mio comportamento. Avrei violato (ma non l’ho violata) la legislazione tedesca in materia? Bene, mi denuncino (in Germania, in Italia o dove vogliono loro, siamo nell’Unione Europea, si può sapere che cazzo vogliono, a parte i miei quattrini?) e ad atti ufficiali e formali fornirò risposte altrettanto ufficiali e formali.

Fatto sta che stamattina ho ricevuto quanto segue:

Asfaltati. Annullati. Umiliati e offesi, direbbe Dostoevskij.

Le polemiche si smontano con i fatti e con la conoscenza delle cose. Fine della discussione. Caso chiuso. E che non ci provino mai più.

E dato che, essendo tedesco di nascita, apprezzo molto la cucina teutonica, invito Lorsignori a fare pace con il mondo con un bello stinco di maiale arrosto e un boccale da un litro di birra chiara e rinfrescante. 400 eurini? Sì, ma nei denti. E volentieri, anche. Ah bene!!!