Abruzzo: ripresa di servizio del personale scolastico dopo gli eventi sismici

Si fa riferimento ai DD.MM. rispettivamente n. 3542 del 15.04.2009 e n. 1008 del 17.04.2009, nonchè alla nota di questo Ministero n. 1107 del 27.04.2009, con i quali è stata prevista e regolamentata la possibilità per il personale scolastico di assumere servizio in sede diversa da quella di propria titolarità o in tendopoli, in seguito ai gravi eventi sismici che hanno reso inagibili particolarmente le Scuole situate all’interno dei territori interessati dagli stessi o che hanno impedito, in particolare al personale residente nei comuni del cratere sismico, di raggiungere le proprie Scuole ubicate in zone diverse.

Con tali norme è stata anche prevista la conseguente possibilità di nominare, nei casi indispensabili e per la durata strettamente necessaria, personale supplente in sostituzione di quello dimorante e in servizio altrove per effetto dei suddetti eventi sismici.

Le disposizioni sopra richiamate, per la loro natura eccezionale, limitano i propri effetti alla prima fase di emergenza sismica e sino al termine delle attività didattiche che, com’è noto, è fissato per il giorno 5 giugno 2009 (data di conclusione delle lezioni) per l’Istruzione Primaria e Secondaria di I e II Grado e per il giorno 30 giugno 2009 per la Scuola dell’Infanzia.

Ciò precisato, si richiama ora la necessità che, in sequenza con le citate date, siano ripristinate tutte quelle attività scolastiche che sono funzionali alla regolare conclusione delle operazioni dell’anno scolastico, con specifico riferimento, per le Scuole del I e del II ciclo di istruzione, all’effettuazione degli scrutini e degli esami finali.

Pertanto, il personale scolastico dell’Istruzione Primaria e dell’Istruzione Secondaria di I e II grado assicurerà la propria disponibilità a riprendere servizio nelle Scuole di titolarità, ovvero nelle strutture sostitutive indicate sul sito dell’Ufficio scolastico regionale (www.abruzzo.istruzione.it), per lo svolgimento di tutte le attività effettivamente programmate dalle stesse, assicurando innanzitutto l’effettuazione degli scrutini e degli esami. Per tali attività, come è noto, sono state previste, con O.M. n. 47 del 07.05.2009, specifiche modalità di svolgimento per tutti quegli alunni che non abbiano potuto seguire, nella Regione Abruzzo e particolarmente nel territorio aquilano, le lezioni nelle istituzioni scolastiche frequentate prima del sisma. Nella fase attuale, comunque, i Dirigenti Scolatici valuteranno l’eventualità della motivata e documentata impossibilità della ripresa del servizio nei termini suindicati e della conseguente proroga dell’assunzione del servizio nelle sedi di titolarità.

In ogni caso, entro e non oltre il 01.07.2009 (o comunque, per i docenti dell’istruzione secondaria di I e II grado impegnati negli Esami di Stato, subito dopo la conclusione degli stessi), tutto il personale scolastico – ovunque oggi dimorante o in servizio – dovrà rientrare nelle proprie sedi di titolarità, ovvero nelle strutture sostitutive come sopra indicate, al fine di consentire il ripristino del pieno funzionamento delle Istituzioni Scolastiche, anche in relazione alle esigenze connesse alla programmazione delle attività didattiche per l’anno scolastico 2009/2010.

Le SS.LL. sono pregate di informare i docenti temporaneamente in servizio presso codeste istituzioni scolastiche del contenuto della presente nota.

IL CAPO DIPARTIMENTO
F.to Giuseppe Cosentino

38 Views

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.