Abruzzo: il PDL di Chiodi escluso (per ora) dalle elezioni regionali del 30 novembre

Qui in Abruzzo la regione è in (s)vendita al miglior offerente.

Ma intanto una buona notizia: la lista del Partito della Libertà (vigilata?), che ha proposto la candidatura di Chiodi alle elezioni regionali del prossimo 30 novembre e 1 dicembre, sarebbe stata esclusa dalla competizione elettorale dall’Ufficio Centrale Regionale della Corte d’Appello.

Berlusconi e i suoi, dunque, starebberoo per prendersela in quel posto e rischiano di non mettere le mani sulla prima regione in liquidazione della svalutata repubblichetta italiota.

Ma c’è un “ma” (e ti pareva?): i giudici Pace, Grimaldi e Gargarella avrebbero convocato i rappresentanti delle liste per verificare se la posizione del Partito della Libertà (relativa) sarebbe “sanabile”. Ora, non è dato sapere come si possa sanare una posizione che ha a che fare con l’autentica delle firme e con la qualifica di chi le ha raccolte (l’autenticatore, insomma), certamente troveranno un conquibus per farla franca, presentarsi alle elezioni regionali con i loro bèi volti puliti e desiderosi di dare alla Regione un governo stabile, democratico e che guardi ai bisogni della gente, ma per oggi lasciatemi sognare in pace e non svegliatemi.

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.