Miserere, miseri noi

"(…) che ha trasferito la sua residenza anagrafica in un paradiso fiscale e che conta i giorni di permanenza negli Stati Uniti per non rischiare di dover pagare le imposte sui redditi mondiali, non pare compatibile con la descrizione dell’artista distante e scevro da interessi materiali.

La sua condotta e le sue scelte non paiono per niente affidate al caso, anzi sembrano, almeno in parte, sorrette da strategie mirate e non proprio nobili".

(Dott.ssa Carla Ponterio, Modena, 19 ottobre 2001, Motivazione della sentenza di assoluzione nei confronti di Luciano Pavarotti dall’accusa di dichiarazione infedele dei redditi, perché il fatto, all’epoca della sentenza, non costituiva più reato)

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.