Le suonerie per i cellulari, la Mucca Lilla e le manovrine della Telecom

Dichiaro la mia feroce avversione, l’odio e anche la pirosi gastrica da sommo dispregio, nei confronti delle società che vendono suonerie per cellulari e si fanno pubblicità sulla Rai e su Mediaset ad ogni ora.

Quelle che ti dicono di mandare una parola a un numero di telefono via SMS e ti ritrovi abbonato a una suoneria, uno sfondo per cellulare e a qualunque altra stronzata galattica.

Quelle che ti aggrediscono con imitazioni mal riuscite tipo "Vuoi risc’póntere o no, I’ te voglie ‘bbene…", quelle che fanno vedere la ragazzina isterica fatta di Pongo (ma esisterà ancora il Pongo??) che ti dice "Amoreeeeee, rispondimi…" che se avessi una figlia così l’avrei già schiaffata in Convento dalle Carmelitane Scalze.

Quelle che guardi la pubblicità e pensi che una volta, il massimo che ti potesse capitare era vedere Ernesto Calindri in mezzo al traffico che si faceva un Cynar.

Quelle che ti dicono "Vuoi ricerevere GRATISSS questa SIMPATICA suoneria??" E tu che rispondi "No!!!! Non la voglio ricevere. Prima di tutto perché non è simpatica per niente, anzi, mi sta parecchio sui coglioni, secondariamente perché quella roba non la voglio neanche GRATIS, e infine perché dietro questo mercimonio da quattro soldi c’è la Telecom.

Ecco le condizioni contrattuali:

"Il prezzo del servizio è di 20€ Iva inclusa su base mensile, per ricevere 1sfondo+1suoneria ogni settimana, più il costo dell’eventuale traffico WAP secondo piano tariffario del proprio operatore mobile. L’abbonamento è a tempo indeterminato, con pagamento ogni 30 giorni dalla data di attivazione. E’ possibile recedere dall’abbonamento in qualunque momento attraverso l’area "I tuoi acquisti" del sito www.alicepay.it oppure chiamando gratuitamente il Servizio Clienti 187. Il recesso ha effetto allo scadere dei 30 giorni dalla data di attivazione o dalla data dell’ultimo rinnovo dell’abbonamento."

Frasi come "abbonamento a tempo indeterminato" mi inquietano. Non c’è più niente a tempo indeterminato, giusto le suonerie dei cellulari. Notare anche la concessione: "E’ possibile recedere dall’abbonamento in qualunque momento". E ci mancherebbe anche altro che uno debba essere condannato a 20 euro +IVA al mese vita natural durante. La fanno passare come una concessione, come un regalo, come segno della loro cortesia e dovrebbe essere una opzione scontata: sto alle tue condizioni fin quando lo voglio io.

Voglio fare bistecche della Mucca Lilla, altro che suonerie…

(Visited 253 times, 1 visits today)

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Comments

  • fedo  On 14 agosto 2009 at 01:19

    D’accordissimo, queste pseudo-suonerie mi fanno incazzare parecchio, appena sento “vuoi questa bell…” cambio canale o stacco …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 − quattro =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>