Le più belle canzoni della nostra vita – Fausto Papetti – Emmanuelle

E Fausto Papetti? Che ce ne vogliamo dimenticare??

Fausto Papetti era famoso per le sue "raccolte". Faceva delle cose molto semplici, prendeva le "hit" più in voga in Italia e all’estero in un anno, le reinterpretava con il suo sax (niente parole, solo musica) e ci faceva un disco, una collezione di dodici brani (rigorosamente, un po’ perché sul vinile non ce n’entravano di più, un po’ perché il "12" è sempre stato il numero magico dei Long Playing).

Poi le numerava (i suoi album non avevano titolo, solo aggettivi numerali ordinali, "XIII raccolta, XIV raccolta", e così via) e sceglieva una donna nuda per ogni copertina. O comunque una immagine vagamente erotica. Roba da educande al tempo di oggi, ma c’era ci ne faceva la collezione. Ovviamente il massimo era avere il disco, perché la copertina era di 30 x 30 cm. e si vedeva meglio il tett&culàme.

Però la cassetta era utile in macchina con la sguència di turno.

Papetti era il sottofondo ideale di chi frequentava i night club e sorseggiava bicchieri di Ballantine’s. I più sfigati bevevano Stravecchio Branca.

Il brano principe di Fausto Papetti fu senz’altro "Emmanuelle". La colonna sonora del film scando che narrava la storia della donna che tutte le donne avrebbero voluto essere per dare un po’ di scandalo.

La versione originale del pezzo non era di Fausto Papetti, ma era logico che lui ci potesse campare di rendita per una vita coi diritti di interpretazione, perché, si veda il caso, anche l’originale era eseguito con il sax e un orecchio poco attento non ne riconosceva l’interpretazione, e poi favaini, l’importante è trombà’, come diceva il povero Antonio, uno che stava di casa vicino a me e che andava in giro con il Caballero (una moto che andava di moda allora) e che morì qualche anno fa, bonànima.


"Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera."
(art. 70, comma 1, L. 633/41 e successive modifiche)

Non ricordi questa canzone? Ascoltane un brano dal nostro lettore di MP3!!


dBlog Podcast Player richiede il Plug-in Macromedia Flash 7'; document.write('

' + alternateContent + '

'); }

(Visited 923 times, 1 visits today)

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ otto = 14

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>