La suora che partorisce un bambino e non sa di essere incinta (e nel bosco c’è il lupo di Cappuccetto Rosso!)

"Suor Calura" è un disegno (C) di Daniele Caluri

Va bene, va bene, una suora ha partorito. Non sarà né la prima né l’ultima.

Ma sarà, probabilmente, una delle poche ad aver partorito senza sapere di essere incinte. E la nuova gravidanza modello-Scajola. Tutto a propria insaputa.

Le sue consorelle dicevano, effettivamente, che la vedevano un po’ ingrassata, ma tutto lì. Come “tutto lì”? Ha sgravato un fantolino di tre chili e mezzo e dicono “tutto lì”? E come si fa a dire “non lo sapevo/sapevamo”? Voglio dire, anche una suora sa come si concepiscono e come nascono i bambini. Che in nove mesi cresce il ventre. No?

E poi potrà non sapere di essere incinta, ma di aver trombato se lo ricorda di sicuro, perché d’Immacolata Concezione ce n’è una e una sola.

Mi fa profondamente inacidire questo modo di cascare dal pero. Anche quello dei media. Che dànno la notizia senza nemmeno un sorriso strappato, con una serietà inquietante. Come se ci credessero. Come se per loro fosse vero.

Intanto il pargolo si chiamerà Francesco. Perché non si sa mai.

(Visited 202 times, 1 visits today)

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


2 − = zero

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>