La responsabilità del docente nell’accompagnare gli studenti in gita

Ho ricevuto una mail da un collega (non faccio il nome, perché non mi ha autorizzato a pubblicarlo, ma ne pubblico le iniziali, F.P., così si riconosce) che, dopo la lettura della mia fantozzata sulle gite scolastiche, mi dice che una volta fatta firmare dai genitori degli alunni minorenni in viaggio d’istruzione o in visita guidata la dichiarazione di scarico dell’assunzione di responsabilità, è tutto a posto e il docente non deve fare altro che accompagnare i pargoli, poi se si ammazzano sono affari loro.

Continuo a insistere che secondo me non è vero un tubo, e che il docente accompagnatore è responsabile di tutto quello che accade dal momento in cui prende i frugoletti in custodia fino a quando non li restituisce nelle mani dei loro genitori che accidenti a quando non provvedono a caricarli di RANDELLATE® bene assestate.

Nel dubbio riproduco la parte della nomina che cita gli articoli di legge e del Codice Civile relativi:

(Visited 12 times, 1 visits today)

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Comments

  • CinghialeMannaro  On 12 maggio 2009 at 08:59

    “Art. 2047 Danno cagionato dall’incapace
    In caso di danno cagionato da persona incapace d’intendere o di volere (Cod. Pen. 85 e seguenti), il risarcimento è dovuto da chi e tenuto alla sorveglianza dell’incapace, salvo che provi di non aver potuto impedire il fatto.
    Nel caso in cui il danneggiato non abbia potuto ottenere il risarcimento da chi è tenuto alla sorveglianza, il giudice, in considerazione delle condizioni economiche delle parti, può condannare l’autore del danno a un’equa indennità. “

    “La responsabilità patrimoniale del personale direttivo, docente, educativo e non docente della scuola materna, elementare, secondaria ed artistica dello Stato e delle istituzioni educative statali per danni arrecati direttamente all’Amministrazione in connessione a comportamenti degli alunni è limitata ai soli casi di dolo o colpa grave nell’esercizio della vigilanza sugli alunni stessi. La limitazione di cui al comma p

  • CinghialeMannaro  On 12 maggio 2009 at 08:59

    Mbfgl 1000 caratteri…

    “La responsabilità patrimoniale del personale direttivo, docente, educativo e non docente della scuola materna, elementare, secondaria ed artistica dello Stato e delle istituzioni educative statali per danni arrecati direttamente all’Amministrazione in connessione a comportamenti degli alunni è limitata ai soli casi di dolo o colpa grave nell’esercizio della vigilanza sugli alunni stessi. La limitazione di cui al comma precedente si applica anche alla responsabilità del predetto personale verso l’Amministrazione che risarcisca il terzo dei danni subiti per comportamenti degli alunni sottoposti alla vigilanza.
    Salvo rivalsa nei casi di dolo o colpa grave, l’Amministrazione si surroga al personale medesimo nelle responsabilità civili derivanti da azioni giudiziarie promosse da terzi.”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


cinque − = 1

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>