La Carta Telefonica Ricaricabile di Poste Italiane: un milione di clienti l’hanno già usata

Le Poste Italiane, dopo la privatizzazione, non sanno proprio cosa inventarsi

Prima se la sono presa con le banche, creando anche loro un conto corrente poco competitivo (la formula precedente funzionava molto meglio) con annessi PostaMAT carta di credito made in Deutsche Bank, poi sono passate alla telefonia mobile diventando un gestore virtuale (in mancanza di altre soddisfazioni va anche bene così).

Adesso vendono anche una Carta telefonica Ricaricabile.
Che, dicono loro, è “conveniente per chiamare in Italia e all’estero”.

Tanto conveniente che le tariffe al minuto per chiamare i cellulari in Italia sono di 0,26 euro al minuto da telefono fisso, 0,38 euro se vi ritrovate a dover chiamare un cellulare da un telefono pubblico, e 0,55 euro se avete il masochistico impulso di chiamare un cellulare dal vostro cellulare e volete addebitare la spesa sulla carta che, naturalmente, avete pre-pagato.

Ma a questo punto le poste potrebbero controbattere, e dire che per le chiamate urbane e interurbane si può arrivare a ben 0,0012 euro al minuto, a patto di chiamare un numero GEO.
Cosa vuol dire? Che se chiamate un numero fisso tra quelli che vidono loro, alla tariffa corrispondente del vostro gestore di telefonia, per 10 euro che ricaricate vi danno 8332 minuti compresi nel presso.

Il che significa che una conversazione di 5 minuti vi cosa solo 0,006 euro.

Però pagate lo scatto alla risposta e la tariffa intera per chiamare il numero GEO secondo la tariffa del vostro fornitore.

Dicono quelli di Poste Italiane “provala, risparmi e la usi per sempre. Un milone di clienti l’ha già fatto” (sulla pagina di www.posteshop.it scrivo “un milioni” perché bisogna sempre distinguersi…).

Un milione. Come quelli che aspettavano altrettanti posti di lavoro da Berlusconi.

(Visited 308 times, 1 visits today)

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Comments

  • dado  On 3 febbraio 2009 at 20:45

    io mi trovo molto bene sia con conto corrente delle poste sia con la carta prepagata telefonica.non ho trovato le tarife migliori per chiamare all’estero di quelle che hanno loro.
    saluti

  • Tescari Mauro  On 26 maggio 2009 at 11:43

    sito antiitaliano…
    per chiamare all’estero tariffe meno care che chiamare in Italia, con 10 euro parlo 10 ore in Argentina…
    Ho c/c poste on-line, mi trovo meravigliosamente bene!
    P.S. Berlusconi promise 1 milione di posti nel 2001, e li CREO’!
    Lei è solo uno “sf**ato” protestante!

  • Nicola  On 23 dicembre 2014 at 13:46

    Come mai non riesco + ad attivare il 1077 sul mio telefono fisso?
    Ogni qualvolta chiamo al numero :800900260, e inserendo il PIN, alla fine mi dice che il servizio e momentaneamente fuori servizio.
    Ma che fanno quelle delle poste?(DORMONO)POVERA ITALIA!
    ATTIVATELO SUBITO GRAZIE.
    OPPURE CAMBIO GESTORE

  • Angiolo  On 5 settembre 2016 at 14:28

    Io ho la tariffa flat sia sul fisso che sul mobile per cui non spendo tubo, a parte la tariffazione della carta delle poste. E’ un difetto?

  • Antonio  On 22 novembre 2017 at 18:00

    l’ufficio postale di Vezzano Ligure dove mi sono recato per ricaricarle mi hanno detto che non esistono piu’le tessere ricaricabili dele poste. 21 novembre 2017. E’ VERO?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


quattro − = 1

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>