E intanto l’Unicobas ce l’ha fatta!

Riporto da www.unicobas.it

In questi giorni le scuole di Livorno e provincia hanno consegnato ai ricorrenti i cedolini dello stipendio contenenti il pagamento dell’indennità di vacanza contrattuale (IVC) relativa al biennio 2002-2003 in attuazione della sentenza del Tribunale di Livorno n° 504 del 29/6/05. Questa sentenza si riferisce ai ricorsi promossi dall’Unicobas presentati nel 2003 ed apre ai lavoratori della scuola e di tutto il pubblico impiego una nuova prospettiva: quella di far pagare la mora (l’IVC) ai governi che si rifiutano di rinnovare i contratti per tempo. Infatti la sentenza di Livorno e le altre che si sono succedute (Napoli e Pozzuoli, vedi sito www.unicobaslivorno.it) ribadiscono il principio che l’IVC si aggiunge al pagamento degli arretrati.

Quello di Livorno è stato il primo esempio di ricorso collettivo per l’IVC vinto nel settore del pubblico impiego in Italia, dove i sindacati cosiddetti rappresentativi hanno sempre avallato il mancato pagamento di tale indennità nonostante sia previsto dai vari CCNL (in quello del comparto scuola all’art. 1 comma 5) e dove CGIL e CISL hanno sinora tentato apertamente, ma con scarso successo, di boicottare i ricorsi promossi dall’Unicobas. Ci si è mai chiesti come si comportano CGIL, CISL e compari nel settore privato? Per scoprirlo basta andare sul sito della FLC-CGIL (ex CGIL scuola) nelle news del 20/4/06 dove sta scritto tra l’altro che: " La FISM (Federazione Italiana Scuole Materne Private) con un atto unilaterale ha emanato una circolare con la quale l’IVC viene calcolata solo per l’ anno 2006 e non per il biennio economico 2006/2007 come previsto dal contratto. Le OO.SS.(CGIL,CISL e UIL) protestano e invitano i padroni delle private al rigoroso rispetto del CCNL."

Come mai i privati devono onorare i contratti pagando l’IVC e lo Stato no? Che sia un retaggio del mai celato operaismo statolatra della confederazione di Epifani? O forse è l’effetto Prodi e la paura che il governo amico, appena insediato, inciampi nella maxivertenza che riguarda tutti i 3.200.000 lavoratori del pubblico impiego?

Il successo di Livorno sta facendo muovere i lavoratori della scuola e di tutto il pubblico impiego che non hanno ancora fatto i ricorsi per ottenere il pagamento dell’IVC. Relativamente ai bienni 2002-2003 e 2004-2005 possono ancora farli (la prescrizione avviene dopo 5 anni) rivolgendosi alle segreterie provinciali dell’Unicobas. I ricorsi sono già stati avviati in numerose province ed in altre lo saranno a settembre. A Roma hanno già fatto ricorso in 2000. I ricorsi sono gratuiti per gli iscritti o per chi si iscrive.

. A SETTEMBRE PARTIRA’ IL RICORSO ANCHE PER IL 2006

Poiché il CCNL della scuola è scaduto il 31/12/05 e sono già trascorsi tre mesi, con il mese di aprile 2006 si è riaperta la vertenza per ottenere l’IVC ed un pronto rinnovo contrattuale. Sono già stati predisposti i moduli per il tentativo di conciliazione, anche questo gratis per gli iscritti.

Stefano d’Errico (Segretario nazionale l’AltrascuolA Unicobas)
(Visited 1 times, 1 visits today)

Commenti

commenti

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ cinque = 7

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>