Category Archives: Vada

Vi prego, o Gesù buono, per la vostra passion dacci il perdono

A Vada, durante la più che cinquantennale reggenza della Prioria di San Leopoldo Re da parte di Don Vellutini (che, voglio dire, cosa ci fai col pontificato di Wojtyla o quello di Pio IX?), quella della processione del venerdì santo era una ritualità che costituiva un “unicum” che si ripeteva quasi intonso nelle strade del […]

Beppe del Papi o dell’arte della bestemmia

Beppe del Papi stava di casa accanto al mi’ zio Piero, che stava di casa accanto a me, ma non si poteva dire, come in matematica, che il Papi sava vicino a me, perché sì, era vicino, ma bisognava comunque andare “in cima di strada” per vederlo trastullarsi col suo orto, il cappello sempre ben […]

Amerigo Quaglierini detto “Pistola”

Il po’ero “Pistola” a Vada si chiamava “Pistola il Vecchio”. Questo perché c’era anche un “Pistola” il Giovane. E questo lo faceva a buon diritto appartenere a quella società patriarcale di artisti, come è accaduto con Plinio, Alexandre Dumas e Johann Strauss. Del perché lo chiamassero “Pistola” non lo so, ma si chiamava anche Amerigo. […]

Arturo il Gabbrielli per tacer della Ines

Arturo il Gabbrielli stava di casa di fronte a me. Era un uomo che levava il fumo alle schiacciate, robusto, austero, sobrio nei gusti. La su’ moglie, la Ines, (o, meglio, la “Ìnese”, per dirla alla vadese, che a noi le parole con la consonante in fondo ci son sempre state òstiche, per cui la […]

Don Dino Maria Cambi, sacerdote

Don Dino, a Vada, era l’aiutante di Don Vellutini. Si diceva -ma il vociferìo era già andato in cavalleria da quel dì- che si fosse reso responsabile di non so quale ammanco nelle casse curiali, in occasione dei lavori di ristrutturazione del campanile di Vattelappesca, per cui eccolo lì, a Vada, in voto di obbedienza […]

La schiacciata della Valma

La Valma era la Valma, e questo è un dato di fatto incontrovertibile. A Vada la Valma era la proprietaria del forno forse più frequentato. Oh, non che non ce ne fossero altri, certo, a pochi passi, davanti alle scuole, c’è sempre quello del Polidori (a Vada il contraddittorio è garantito anche quando si tratta […]

Sulla tomba di Don Antonio Vellutini

Sulla tomba di Don Antonio Vellutini, semplice e cementificata come il suo nobile animo di partigiano e di prete irriducibilmente spartano, nonché di finissimo intellettuale, professore e polemista, mai aduso a compromessi, c’è di che essere grati a un uomo di spessore che non si è piegato nemmeno alle lusinghe di un sepolcro suntuoso.

Don Antonio Vellutini – “Berlusconi e’ un prepotente, un ducetto in ventiquattresimo”

[Don Antonio Vellutini ascolta Radio Londra]

Vada – Il busto a Don Antonio Vellutini

A Vada, vicino alla Chiesa di San Leopoldo Re, in Piazza Garibaldi, è stato collocato questo busto, ormai roso dal salmastro (e a Vada ci vuol poco ad aver tutto sputtanato dal salmastro, monumenti, automobili e quant’altro), in ricordo di Don Antonio Vellutini che fu parroco "provvisorio", tanto che ci rimase dal 1944 alla sua […]

Asilo (o ISOLA, non ricordo): il “Regina Pacis” di Vada

[Fai clic sulla foto per scaricarla nel formato originale] Da piccino andavo all’asilo "Regina Pacis" di Vada, dove Don Vellutini veniva ogni tanto in bicicletta a far visita a noi pargoli, riempendoci di doni e sacrosante pedate negli stinchi, e dove la Signorina Cianchi ci faceva fare il riposino pomeridiano che io, da bravo rompicoglioni […]

Alla stazione di Vada la targa in ricordo di Don Antonio Vellutini

Alla Stazione di Vada hanno dedicato questa lapide all’intervento di Don Antonio Vellutini e di molte famiglie vadesi per salvare i bambini ebrei e la loro direttrice dalla deportazione.E’ un riconoscimento forse troppo tardivo alla memoria e all’opera del prete partigiano (e professore!) che pur di non consegnare la propria bicicletta ai tedeschi la distrusse […]

Il Bramanti vecchio

Il mi’ nonno lo chiamava Bramanti il vecchio, perché c’era anche un Bramanti giovane che è suo figlio, Giuliano. Tutti e due medici condotti, praticamente due generazioni di dottori che si sono avvicendati e che hanno esercitato a lungo tempo in contemporanea la professione medica, il vecchio di sotto, a fare le ricette ai vecchietti […]

Don Antonio Vellutini

Don Vellutini, lui, a Vada c’è stato per 60 anni.Parroco nominato inizialmente in via del tutto provvisoria, quindi, per traslato, per sempre.Salvò un gruppo di bambini ebrei facendoli scendere dal treno della deportazione verso i campi di concentramento nazisti, si offrì ai Nazisti in cambio della vita di un gruppo di persone del paese, è […]

Il ricordo di Sara Genovesi Matteucci

La Sara era la Sara e c’è poco da fare.Camminava sempre con passo svelto, come le sue parole.A volte sembrava che non avesse avuto una gioventù, che fosse nata direttamente così, piccina, scattosa e superveloce.Invece, naturalmente, giovane lo era stata, hai voglia te… come in questa vecchia foto. In cui sono ritratti anche Maria e […]