Category Archives: “Un’altro”

PD: un anno di governo con l’apostrofo

La gente mi dice spesso che son troppo pignolino (ma va’?) nell’individuare gli errori di ortografia in rete. E troppo crudele nello stigmatizzarli, perché “in fondo sono solo degli errori di battitura o delle banali sviste che non denotano necessariamente l’ignoranza o la malafede di chi li commette” (ah, no?). Allora mi dicano Lorsignori come […]

Wikipedia: una sera sarai con “un’altro”

E continuano a usare espressioni nobili come “enciclopedicità”, “punto di vista neutrale”, “affidabilità”. E’ la loro migliore maschera. Però continuano a infarcire una supposta enciclopedia di errori ortografici macroscopici come “un’altro” scritto con l’apostrofo, che avevo già segnalato tempo addietro ma che sembra essersi espanso come vezzo scrittòrio o aver contagiato altre pagine, come se […]

“Un’altro” svarione di Wikipedia ai Giardini Fratelli Cervi di Barletta

I Giardini Fratelli Cervi sono a Barletta. Lo so grazie a Wikipedia. Sempre grazie a Wikipedia so anche che “in questo parco si può fare una tranquilla e serena passeggiata tra i vialetti, portare i bambini a giocare ai parco giochi”. Ma guarda un po’. E io che pensavo saltasse fuori Jack lo Squartatore dai […]

Un’altra poesia senza apostrofo

Gli errori di ortografia arrivano a pacchi anche su YouTube. Sull’onda degli anni ’70 ho trovato questo delizioso “Un altra poesia”, scritto senza apostrofo. Il riferimento è al brano degli Alunni del Sole. Il cui testo invece l’apostrofo ce l’aveva e come.

L’apostrofo che fa i fanghi alle Terme di Buçaco (Portogallo)

Le terme del Buçaco sono quelle in cui andava il personaggio di Pereira a fare le cure per dimagrire. Il film di Roberto Faenza, interpretato da un magistrale Marcello Mastroianni, ci restituisce un Portogallo “primo”, quasi “primitivo”, per questo dotato di un’aura di sacralità immensa, che su un sito web del cui nome non voglio […]

Auto pirata senza apostrofo

Un povero signore di 101 anni è stato investito da un’automobile mentre attraversava la strada, oltretutto sulle strisce. Chissà cosa penserebbe se potesse sapere che l’auto che l’ha investito, per il “Corriere della Sera”, non aveva l’apostrofo…

“Un’altro” e gli errori ortografici di Wikipedia

Ultimamente su giornale e web scrivere “un’altro” con l’apostrofo è diventato uno sport nazionale. Ognuno di noi ha, in verità, qualche piccolo difetto ortografico nel maneggiare la tastiera. Io sto diventando presbite, quindi tendo sempre di più a commettere errori che prima non commettevo. Uno, però, lo continuo a fare. Scrivere “telfono” per “telefono”. E’ […]