Category Archives: Poesie Inutili

Constatazioni

CONSTATAZIONI Non hai difetti evidenti, ma làvati i denti chè fai effetto la sera quando vieni a letto.

Logiche conseguenze

LOGICHE CONSEGUENZE Quanto ti porgo le terga la posizione è amarga: una purga!

Pharmacya

PHARMACYA Ecco qui. Colle Zigulì spende 40 (mille) euri tondi. Se prende i generici risparmia una sessantacinquina per cento. Ah, no, no!! M’ha detto ‘r dottore i generici fanno venì ir fortore mi dia l’originali un si sa mai ibò dé piuttosto mi ci metta qualcosa d’omeopatico tipo Pisciurilla 200 CH (antepàtia, costì).

Insicuritate

INSICURITATE E pria che fossi col nudo pie’ venuta e tu ti fossi… l’allucion puntuta il dolce amor che l’alma tua mi die’ ho installato Linux Mint, va che è una scheggia ma tanto te un ci ‘apisci ‘na sega, o Ermione.

Sonetto per Federico Maria Sardelli

Facesti il mondo di Barocco intriso dacché nascesti e allor tu’ padre cercò, meschin, di farti all’arte aduso ma fìe preferivi, e pur leggiadre. Quando voltasti il pur sprezzante muso al pubblico plaudente a più non posso già t’eri dato, in un spregior soffuso, ad essere tutt’un col Prete Rosso. Le danze, le ciaccone e […]

Poesie Inutili – Tristezza d’autunno – Haiku

Tristezza d’autunno – HAIKU Du’ etti e mezzo o giù di lì di castagnaccio. Diaccio. Codesta mia felice composizione mi fu suggerita dal ricordo della buonanima di Sbolenfi Argìa (1) (o Caporali Loredano, sinceramente ora la memoria mi si fa fallace) mentre ero sul camerino. Ancor oggi mi dichiaro debitor devoto. (1) Ciavete poco da […]

Ti prendo e ti porto via

Ti prendo e ti porto via.Come Leònida alle Termòpili,come si fa con le sìlfidi,che sembran novelle amàzzoniche i loro dardi scòccano.Come mi gàrbano le sdrùcciole!(o allora? O ammàzzami!)Ti prendo e ti porto viaperché è una poesiamica brodo di fagioli,e se dei Crisma non ci son più oliibisogna che finisca il mio poemachè l’a capo, già […]

Riflessioni in forma di Hai-ku sulla provvisorieta’ della vita

Io ero. Ma solo un soffio leggero. Un vago dolore al pancino sul camerino. (da un’idea di “Single a 30 anni“)

Versi nell’incomparabile stile di Giosue’ Carducci

Scriver le strofe sàfficheè bello assai da farsila rima chiude in "-arsi"l’ultimo verso in "-ar".Ci metto il cacciatorela nube un po’ rossicciala gente assai alticciadi vino a ubriacar.Gli uccelli sono nerifa pimpumpàm lo spiedopoi vien Caciagli Edoi fortóri ad eruttar.All’albero non tendela mano pargolettama due bistecche aspettagià pronte a divorar.Ma basta un settenariocomposto alla Carducciper […]

Nuove rime in stile dannunziano

Sparse sull’aspre strade di Serseg

Poesia Provenzale: Quando al sol la lodoletta

Quando al sol la lodolettasi rivolge vezzosettavòlge, modula e cinguettail dolce canto, poi si affrettaa scagazzar sulla magliettaguarda qui che cazzo di poesiami è venuta,ecco,lo vedi a cercar le rime baciate,così imparoa intestardirmi sulla traduzione metricadi Jaufre Rudel(e anche Bernart de Ventadorn)(C) 2008 – Tutti i diritti riservati (se no me la copiate poi me […]